Domenica, 21 Luglio, 2019

Dieta iperproteica, non fa dimagrire

Dieta iperproteica, non fa dimagrire Dieta iperproteica, non fa dimagrire
Machelli Zaccheo | 17 Agosto, 2016, 20:44

Lo studio in forma sperimentale è stato elaborato da Luigi Fontana, professore di medicina e nutrizione all'università di Brescia e alla Washington University a St.Louis.

Addirittura, sottolinea Elvira Naselli su Repubblica, le proteine non solo non farebbero dimagrire, ma a medio termine farebbero persino ingrassare.

"Qualora una dieta contenga un regime proteico molto ricco, nei primi 6 mesi si tende a dimagrire", -spiega Fontana- tuttavia se la dieta si protrae per 12 o 24 mesi il vantaggio della stessa si va perdendo, divenendo meno efficace. Gli amminoacidi essenziali, di cui sono fatte le proteine, non vengono prodotti dal nostro corpo ma devono essere assunti con l'alimentazione. Si trovano nei prodotti animali, soprattutto il latte.

Al contrario si perderebbe più peso riducendo le proteine: "Si perde più peso, migliora il controllo glicemico e c'è un rischio minore di ammalarsi di diabete". Per intenderci sono quelli assimilati dai culturisti sotto forma di integratori - o in alternativa aumentando notevolmente il consumo di carne nella dieta - per far crescere la massa muscolare in fase di allenamento. Aumentando con una dieta iperproteica gli amminoacidi ramificati, il nostro organismo accelera i processi di invecchiamento e di genesi tumorale. Il nostro studio ha dimostrato quali sono i meccanismi di questo processo. Se già con le osservazioni si era giunti alla conclusione che le diete iperproteiche portino solo risultati provvisori, lo studio condotto da Fontana porta ora tutte le conferme a questa tesi: se nei primi sei mesi di dieta è possibile vedere qualche lieve miglioramento, nei 12/24 mesi successivi si alzano moltissimo le possibilità di ingrassare. Ma veniamo a quella che dovrebbe essere la quantità corretta di proteine da assumere al giorno con gli alimenti. "Premettiamo che non fa bene né l'eccesso né un difetto di proteine - continua Fontana, uno dei massimi esperti su nutrizione e longevità - poiché servono per ricostituire le cellule". Le linee guida parlano di un range fra il 12 e il 18%, ma è consigliabile rimanere su un limite più basso, attorno al 10%. Ridurre le proteine infatti fa perdere peso e massa grassa, con una riduzione significativa della glicemia.

Attenti dunque alla dieta iperproteica!

Altre Notizie