Domenica, 16 Giugno, 2019

Torino, Mihajlovic: "Il problema con Berlusconi è che voleva allenare lui..."

Torino, Mihajlovic: Torino, Mihajlovic: "Il problema con Berlusconi è che voleva allenare lui..."
Cacciopini Corbiniano | 17 Agosto, 2016, 17:05

Ho lasciato il Milan in Europa e in finale di Coppa Italia. Un gesto che ha fatto infuriare i tifosi e che ha fatto perdere parecchie posizioni in classifica anche alla squadra. Abbastanza lontano, il castello aveva una sua forma e un suo perchè, fino a quando un Silvio Berlusconi versione "bulletto" da spiaggia ha distrutto la creazione firmata Mihajlovic. Mai ricevute tante telefonate stupite e attestati di solidarietà. Torino? Nessun trofeo vinto, ma tutti i presupposti per portarne a casa uno alla prima tribolata stagione alla guida del Milan.

Sinisa Mihajlovic, il tecnico che tra mille difficoltà stava riportando il Milan in Europa, prima che il passante di turno calpestasse il castello di sabbia tirato su dal mister serbo. Ho scelto il Torino perché avevo bisogno di tornare a lavorare in un club che mi somigliasse davvero, che avesse i miei valori. Ovviamente, Mihajlovic non pretende una squadra come il Grande Torino oppure come quello dell'ultimo scudetto del 1976, ma promette "Faremo come Valentino Mazzola e ci rimboccheremo le maniche". E al di fuori da ogni pronostico si riparte anche da Carlos Bacca, vicinissimo all'addio nelle scorse settimane ed ora nuovamente al centro del progetto tattico e tecnico. I problemi nascono quando questi due ruoli non bastano più e si vuole fare anche l'allenatore. Se voleva fare la formazione? Dobbiamo risolvere un caso grave (si riferisce a Maksimovic, ndr) e ci manca ancora qualche innesto per avere una rosa completa e competitiva per lottare per l'Europa League. Cifra che se sommata a quella di Bruno Peres (che tuttavia avrà effetti soprattutto l'anno prossimo, con il definitivo riscatto da parte della Roma), consentirebbe al Toro di vivere gli ultimi giorni di mercato con un portafoglio gonfio di denaro, da investire su indicazione di Mihajlovic. E' il nostro obiettivo, ma non serve sbandierarlo. "So che potrebbe partire e so che nel caso arriveranno tutti i soldi che vale". Ma essere strafavoriti non aiuta e la necessità di arrivare in fondo in Champions può togliere energie.

Altre Notizie