Giovedi, 18 Luglio, 2019

Siria, jet militari russi schierati in Iran per bombardare Isis

Keystone Keystone
Evangelisti Maggiorino | 17 Agosto, 2016, 10:39

Il vicepresidente della commissione Difesa della Duma Andrey Krasov ha osservato che lo schieramento dei bombardieri in Iran aumenterà l'intensità dei raid contro le posizioni degli islamisti in Siria.

Oggi gli aerei russi, dopo essere decollati dalla base iraniana, hanno bombardato le posizioni dei gruppi terroristici dello Stato Islamico e Al-Nusra nelle province siriane di Aleppo, Deir ez-Zor e Idlib. "La cooperazione strategica tra Iran e Russia nella lotta al terrorismo in Siria" prevede anche la "condivisione di strutture" fa sapere il segretario del Supremo consiglio per la sicurezza nazionale iraniano, Ali Shamkhani. Già in passato la Russia ha utilizzato questo tipo di armamenti contro il sedicente Califfato, soprattutto contro le postazioni dei ribelli che minacciavano la regione di Latakia. La portavoce del Dipartimento di Stato Elizabeth Trudeau ha sottolineato che al momento "non c'è niente da annunciare". Tra quelli denunciati vi sono attacchi avvenuti ad Aleppo e a Idlib il 7 agosto scorso. "Portiamo nel nostro cuore la ferita della chiesa ortodossa d'Antiochia e dei paesi di questa terra", ha detto Giovanni X parlando all'accademia cristiana di Varsavia dove gli e' stata conferita la laurea honoris causa "Portiamo nel cuore il dolore della citta' di Aleppo che aspetta ancora dopo tre anni il ritorno dei religiosi rapiti - ha aggiunto riferendosi ai vescovi di Aleppo, Youhanna Ibrahim della chiesa ortodossa siriana e Boulos Yazigi della chiesa ortodossa greca rapiti ad Aleppo durante una missione umanitaria nell'aprile del 2013 - in questi tre anni il mondo e' rimasto un semplice spettatore di questa tragedia". Ma la decisione potrebbe significare un'intensificazione dei bombardamenti in Siria.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel frattempo, l'Iraq ha annunciato che gli aerei militari russi possono attraversare lo spazio aereo iracheno "a determinate condizioni".

La Cina aveva mosso a marzo un primo passo di avvicinamento al regime siriano nominando significativamente Xie Xiaoyan, ambasciatore a Teheran - l'Iran è il secondo grande alleato di Assad insieme alla Russia e alle milizie sciite libanesi Hezbollah - inviato speciale in Siria.

Altre Notizie