Sabato, 16 Novembre, 2019

Ragusa, un padre tunisino annega per salvare i due figli

Scoglitti uomo annega nel tentativo di salvare i suoi figli Ragusa, un padre tunisino annega per salvare i due figli
Evangelisti Maggiorino | 17 Agosto, 2016, 02:19

Un uomo tunisino di 49 anni è annegato nel tentativo di salvare i suoi figli che erano stati trascinati lontano dalla riva a causa della forte corrente.

"Ero scesa in spiaggia - racconta la poliziotta - giusto per una passeggiata, considerato che le condizioni del mare non erano buone e quindi avevo rinunciato al classico bagno". Ha trovato subito difficoltà e il padre ha tentato di soccorrerlo. Una poliziotta non in servizio, che lavora alla questura di Palermo, in quel momento transitava in strada. La donna ha sentito le grida e si è tuffata in acqua. Le sue condizioni ora sono buone. La poliziotta ha organizzato una catena umana coinvolgendo le persone presenti riuscendo a raggiungere i due.

L'altro ragazzo che si era tuffato per salvarlo, un 24enne vittoriese, dopo essere stato trasportato al pronto soccorso in codice giallo è stato dichiarato fuori pericolo. Il padre del bambino purtroppo era già privo di sensi e nonostante abbia provato a rianimarlo per più di 40 minuti non sono riuscita a salvarlo. Solo dopo si è accorta che in acqua vi erano altre due persone in difficoltà: il genitore del tredicenne e un ragazzo di Vittoria di 24 anni. Quando è arrivato in spiaggia, il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Altre Notizie