Domenica, 13 Ottobre, 2019

Due poliziotte ferite a colpi machete a Charleroi: una sarebbe grave

Belgio ferite due agenti a Charleroi aggressore ha gridato 'Allahu Akbar' Due poliziotte ferite a colpi machete a Charleroi: una sarebbe grave
Evangelisti Maggiorino | 17 Agosto, 2016, 01:41

L'Isis ha rivendicato l'attacco di sabato 6 agosto avvenuto nella cittadina belga, in cui un uomo armato di machete ha ferito al volto due poliziotte al grido di Allah Akbar. Una delle due agenti è stata colpita all'altezza del viso e ha riportato ferite profonde mentre l'altra è stata solo leggermente ferita. Le forze dell'ordine hanno chiuso immediatamente l'area nel centro di Charleroi. Anche l'assalitore è stato ricoverato, in un altro ospedale, ed è morto in sala operatoria per le lesioni riportate.

'Allah u Akbar', 'Allah è grande', le sue urla, prima di essere ucciso da un terzo agente. L'assalitore si è presentato al check point esterno del commissariato di Charleroi trasportando un borsone sportivo. Si è avvicinato con calma. Ieri l'emozione alla Questura di Charleroi (905 agenti in tutto) era evidente. E, se non si era capito, pare proprio che nessuno possa farci niente. La polizia ha transennato la zona dell'attacco. Ieri pomeriggio un'allerta alla bomba è stata data poco lontano dall'Hotel de Police di Charleroi. Il 22 marzo tre esplosioni hanno colpito Bruxelles. Charleroi non è Olenek, ma non è certo sconosciuta all'antiterrorismo. Parole di solidarietà verso le due poliziotte sono state espresse anche dal vice premier e Ministro dell'Interno, Jambon che ha dichiarato: "In corso valutazioni su atto". Le prime due si sono verificate poco prima delle 8 all'interno dell'aeroporto della capitale belga, Zaventem. Di questo "battaglione", 266 sono sicuramente ancora in Siria, una novantina sono dispersi e probabilmente uccisi, il resto, costituiscono una minaccia reale per il paese. L'aggressore non sarebbe stato schedato.

Intanto, le autorità hanno confermato la programmazione del Brussels summer festival, una delle manifestazioni multiculturali più importanti d'Europa.

Altre Notizie