Domenica, 25 Agosto, 2019

Napoli, esplode la rabbia contro De Laurentiis

ContestazioneDeLaurentiis1 Napoli, esplode la rabbia contro De Laurentiis
Deangelis Cassiopea | 16 Agosto, 2016, 23:19

Sono comparsi in piazza Mazzini, sul ponte di via Acton, all'ingresso della galleria su via Toledo e sull'inferriata esterna dell'ospedale dei Pellegrini.

Napoli - Gli ultrà esplodono contro il presidente Aurelio De Laurentiis. Pomo della discordia è la sessione di mercato estivo, cominciata ufficialmente il 1 luglio e destinata a chiudersi il 31 agosto: per i tifosi la squadra, invece di rafforzarsi per competere ad alti livelli, si sarebbe solo indebolita. Vendita obbligata ma che non ha portato a nessun acquisto di rilievo malgrado in bilancio siano entrati 45 milioni, prima di due tranche per il pagamento dell'argentino. Tutti con lo stesso comune denominatore: la contestazione al presidente con toni forti ed anche offensivi.

ContestazioneDeLaurentiis

Aurelio De Laurentiis ha il compito di far capire ai tifosi, la sua creatura da grande cosa ha intenzione di fare oppure se è già cresciuta al massimo del suo potenziale, se è il caso di aspettarsi investimenti per puntare alla vittoria o accontentarsi di stare stabilmente tra le prime in Italia e con frequenza in Europa.

Nei giorni scorsi, i tifosi presenti nel ritiro di Dimaro erano stati abbastanza "morbidi" con il presidente. L'altra sera, in occasione della festa per i 90 anni della società contro il Nizza, si è evitato che il San Paolo fosse vuoto solamente aprendo gratis i cancelli dello stadio.

Altre Notizie