Sabato, 20 Luglio, 2019

Bibione, malore in acqua: si stende sull sdraio e muore

Padre Enzo Paolo Poiana- ANSA Padre Enzo Paolo Poiana- ANSA
Evangelisti Maggiorino | 16 Agosto, 2016, 22:49

Padre Poiana era ospite della casa religiosa Sant'Antonio e con ogni probabilità aveva capito che stava per avere un malore. Inutili i tentativi di soccorso. Tant'è vero che lunedì sera, giorno di Ferragosto, aveva postato su Facebook le immagini dello spettacolo pirotecnico che aveva allietato la località balneare. "La sua scomparsa lascia un grande vuoto non solo nella comunità francescana, alla quale rivolgo il mio pensiero di cordoglio, ma nell'intera comunità civile e nelle istituzioni che nell'intraprendente rettore della Basilica del Santo hanno sempre trovato un saldo punto di riferimento, propositivo e capace di mediazione". Padre Enzo era nato a Corona di Mariano del Friuli nel 1959 ed era entrato nel 1983 nell'Ordine dei Frati Minori Conventuali emettendo la professione temporanea nel 1986.

"Di padre Enzo Poiana - rilevano i confratelli - ricordiamo la grande umanità, che lo ha reso vicino a tutti, in particolare alla gente semplice e umile, il grande amore per il nostro Santo". Nel seminario maggiore S. Antonio Dottore di Padova-Via S. Massimo, ha completato il corso degli studi-filosofico-teologici. Durante questi anni di importanti rettorato, sono da ricordare l'importante restauro della Ostensione del Corpo di Sant'Antonio nel febbraio 2010, oltre alla Cappella dell'Arca. Dopo la professione perpetua, nel 1990, venne ordinato sacerdote nella cattedrale di Gorizia il 7 dicembre 1991 dall'arcivescovo P. Antonio Vitale Bommarco. In questo momento di dolore, la nostra comunità si sente particolarmente vicina alla mamma e ai suoi fratelli. Nel 2005 fu nominato Rettore della Basilica di sant'Antonio e in seguito riconfermato, restando in questo incarico fino ad oggi.

Inoltre, per le relazioni intraprese con la Chiesa Greco-Cattolica di Romania, ha ricevuto la Croce pettorale conferita dal Cardinale Lucian Mureşan, Arcivescovo e Metropolita di Alba Iulia e Făgăraş il 14 marzo 2013, e in seguito elevato alla dignità di Archimandrita.

Altre Notizie