Sabato, 21 Settembre, 2019

Rio 2016, doping: la russa Klishina esclusa dai Giochi

Rio ciclone doping su Klishina Cinica presa in giro Rio 2016, doping: la russa Klishina esclusa dai Giochi
Cacciopini Corbiniano | 14 Agosto, 2016, 22:20

Le sue olimpiadi finiscono ancora prima di cominciare. Darya Klishina, l'unica atleta russa ripescata per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, è stata esclusa dalle Olimpiadi e ha presentato appello di fronte al Tas, il Tribunale arbitrale dello sport.

"Sono un'atleta pulita, l'ho provato ripetutamente". L'esenzione dalla squalifica generale inflitta agli russi dell'atletica per le accuse di doping di stato era stato concessa alla specialista nel salto in lungo dopo che aveva dimostrato di non essere coinvolta nel sistema, e di aver sostenuto test antidoping fuori del paese. Secondo la testata Sovietski Sport, la Iaaf avrebbe preso la decisione dopo aver "ripreso in considerazione" il rapporto Wada sul doping di Stato in Russia. Inevitabile è arrivata l'impugnazione della stessa Klishina, e il Tas ha già confermato che la saltatrice in lungo ha presentato ricorso. "Ci sono rapporti contraddittori ma abbiamo conferma da fonti a Rio che Daria Klishina è stata bandita all'ultimo momento", ha aggiunto il presidente russo. Decisione shock della Iaaf, che ha deciso di escludere in extremis anche la 25enne di Tver che era stata 'salvata' perche' ritenuta estranea al sistema doping praticato da Mosca in quando da tempo vive e si allena in Florida.

Il 6 agosto la Federazione Mondiale ha deciso di riconsiderare le informazioni fornite dalla Commissione Indipendente della WADA e contenute nel rapporto McLaren. Il 12 agosto Klishina ha ricevuto la notifica con le ragioni della decisione. La Federazione internazionale ha proposto a Klishina di fornire delle spiegazioni.

Altre Notizie