Martedì, 26 Mag, 2020

IMA, ricavi e utile in forte aumento nel primo semestre 2016

Ima 570 milioni di ricavi nei primi 6 mesi del 2016 per il colosso di Bologna Alberto Vacchi presidente di Ima
Esposti Saturniano | 13 Agosto, 2016, 00:13

La società che produce macchine automatiche ha chiuso il primo semestre con un utile quasi triplicato a 41,7 milioni di euro, in crescita rispetto ai 14 milioni dell'analogo periodo dello scorso anno e poco sotto le attese di Equita a 43,6 milioni. Il portafoglio ordini consolidato del gruppo Ima ha raggiunto gli 802,4 milioni di euro, evidenziando un incremento del 23,4% rispetto ai 650,1 milioni al 30 giugno 2015 (+14% a parita' di perimetro), grazie alla finalizzazione di numerose trattative nei core business del gruppo (farmaceutico e food). I risultati del primo semestre 2016 includono il contributo del neo acquisito business Medtech, consolidato dal mese di aprile 2016. Gli analisti si Equita si aspettavano un portafoglio ordini leggermente più basso a 799 milioni.

La crescita del giro d'affari si è tradotta in un miglioramento di tutte le principali voci di bilancio: l'Ebitda è passato da 55,1 milioni a 66,4 milioni, l'Ebit da 31,2 a 44,8 milioni.

A fine giugno l'indebitamento netto era pari a 188,9 milioni di euro, in aumento rispetto ai 163,1 milioni di inzio anno.

Per l'esercizio in corso i vertici di IMA prevedono ricavi per circa 1,27 miliardi di euro, mentre il margine operativo lordo dovrebbe attestarsi a circa 178 milioni. In seguito al recente acquisto del residuo 20% del business Dairy&Food, avvenuto lo scorso 28 aprile e che ha comportato un esborso pari a 4 milioni di euro, il Gruppo ha realizzato un provento finanziario di circa 19 milioni di euro.

Ima cresce con forza nel semestre ed è ottimista per quest'anno e il prossimo. "Tali risultati sono stati conseguiti grazie a un'elevata domanda di macchine e linee complete da parte dell'industria farmaceutica e del food", ha spiegato.

Altre Notizie