Venerdì, 15 Novembre, 2019

Pm Trani, procedono spedite indagini su scontro treni

Scontro fra treni il faro dei pm sulla centrale di Ferrotramviaria Pm Trani, procedono spedite indagini su scontro treni
Evangelisti Maggiorino | 12 Agosto, 2016, 17:03

Lo afferma Michela Merra, sorella di Benedetta una delle 23 vittime dello scontro tra i due treni della Ferrotranviaria sulla tratta Andria-Corato dello scorso 12 luglio. Questo quanto emerso stamane nell'incontro con i giornalisti convocato dal pool di pm della procura di Trani che sta conducendo l'inchiesta sul disastro ferroviario della Bari Nord verificatosi un mese fa. Prima della conferenza stampa, il procuratore capo facente funzione Francesco Giannella ed i pm Michele Ruggiero e Alessandro Pesce hanno incontrato i parenti delle vittime nella sede del tribunale del capoluogo della Bat.

Il procuratore Giannella ha confermato che i due treni, Et 1021 e Et 1013, si sono scontrati a una curva: quello proveniente da Corato "viaggiava a circa 100 chilometri orari" e "aveva appena disimpegnato la curva"; mentre quello proveniente da Andria "procedeva a 87/90 chilometri orari e si stava per immettere nella curva". "Ci hanno detto che stanno a metà strada". Il sospetto è che i due convogli potevano essere fermati. "Ci sono difformità cronologiche, un disallineamento dati dovuto a ritardi e presenza di altri treni quel giorno - ha spiegato Giannella - I consulenti ci hanno assicurato che la soluzione sarà trovata a breve". Si sta inoltre facendo luce sul passato, acquisendo dati su eventuali mancati incidenti sulle tratte a binario unico con blocco telefonico, non solo in Puglia.

Altre Notizie