Domenica, 21 Luglio, 2019

Jerago, omicidio Claudio Silvestri. Fermato un uomo

Jerago, omicidio Claudio Silvestri. Fermato un uomo Jerago, omicidio Claudio Silvestri. Fermato un uomo
Evangelisti Maggiorino | 12 Agosto, 2016, 10:29

È stato fermato il presunto omicida di Claudio Silvestri, l'impiegato 44enne strangolato nella sua abitazione del Varesotto. Il giovane, a quanto si apprende, sarebbe stato invitato a casa dalla vittima per un incontro occasionale, dopo un approccio presso la stazione dei treni di Gallarate (Varese).

Ad incastrare l'ivoriano è stata un'impronta digitale trovata su un vaso in casa di Claudio Silvestri. Infine, in tasca aveva 430 euro presumibilmente rubati dalla casa della madre di Silvestri. L'ultimo episodio solo tre mesi fa: era stato picchiato e gli erano stati sottratti il cellulare, il portafoglio e anche l'autovettura, o almeno questa era la versione che aveva raccontato alla polizia. Da allora erano partite le ricerche dei carabinieri che si erano indirizzate nella cerchia delle persone che la vittima conosceva. Una relazione tenuta molto riservata, al punto che gli stessi familiari ne sapevano ben poco e non conoscevano il nome dell'amante. Poi l'omicidio, per strangolamento, a scopo di rapina. E' stato trovato con al polso l'orologio di Silvestri e, nel borsone, il telefono e la macchina fotografica dell'uomo. Aveva anche ricevuto insulti omofobi provenienti dal numero di cellulare rubato, minacce e parolacce inviati a una chat di Whatsapp della sezione leghista di Jerago e Cavaria. Dall'incidente era rimasto disabile e ogni giorno si esercitava in palestra per riacquistare la propria mobilità.

Altre Notizie