Lunedi, 24 Giugno, 2019

Juventus, Pjaca: "Mi ispiro a Ronaldinho. Voglio vincere il campionato"

Pjaca si presenta Marko Pjaca vuole scrivere pagine importanti nella storia della Juventus
Cacciopini Corbiniano | 10 Agosto, 2016, 22:21

Il centrocampiste ha rilasciato le sue prime dichiarazioni presentandosi alla stampa e ai tifosi allo Juventus Staium: "Sono arrivato alla Juve perchè credo sia una grande squadra con una bella storia di successi". Credo che la Juventus crescerà molto nei prossimi anni.

"Sono venuto alla Juventus per giocare la Champions League e per aiutare la squadra a vincere il più possibile nei prossimi anni".

IL RUOLO - "Alla Dinamo ho giocato da ala sinistra, ma ho ricoperto anche il ruolo di centrocampista e credo di poter giocare in tutte le posizioni, quindi dipenderà dalla scelta dell'allenatore, sarò felice di aiutare la squadra in qualsiasi ruolo". Il suo idolo è Ronaldinho.

PRESSIONI E STIMOLI - "I 23 milioni di euro spesi dalla Juventus per avermi è una pressione o uno stimolo? Pjaca è conscio del peso della maglia bianconera:" So che la Juve ha investito molto su di me, ma non è un motivo di pressione. - "Se anche per me il campionato italiano può essere una tappa di passaggio come è successo per quasi tutti gli stranieri che sono venuti in questi anni, come è successo per Pogba?"

L'ITALIANO - "In questo momento sto imparando l'italiano ed è una cosa che occupa gran parte del mio tempo". "Faccio le mie scelte sempre con il cuore, e non per soldi".

Nessuna ruffianeria, infine, quando gli chiedono il nome dell'idolo da bambino, il giocatore cui si è ispirato da ragazzo. "Io metto sempre il cuore davanti a tutto, anche ai soldi".

Oppure devono averlo catechizzato a dovere perché senza 'gli occhi delle tigre' accanto a Dybala, Higuain, Mandzukic e perfino lo stesso Zaza che mai s'è arreso all'idea di lasciare Vinovo rischia di scivolare dietro le quinte e restarvi. La rosa della Juventus è composta da eccellenti giocatori, dai quali posso imparare moltissimo. "Sono tutti eccellenti giocatori dai quali posso imparare tantissimo, ma credo non mi possano impressionare perché anche io sono un buon giocatore e devo competere con loro per ottenere un posto all'interno della squadra", è la sfida lanciata dal talento croato ai suoi nuovi compagni. C'è uno sport che ti appassiona oltre al calcio?

Tra un paio d'ore ci sarà un grande derby in Croazia.

Altre Notizie