Lunedi, 24 Settembre, 2018

Attenzione alla zanzara coreana: catturati 900 esemplari in Liguria, causa encefalite giapponese

“La zanzara coreana è a Genova” quali sono i rischi per la salute Attenzione alla zanzara coreana: catturati 900 esemplari in Liguria, causa encefalite giapponese
Acerboni Ferdinando | 10 Agosto, 2016, 20:40

È molto simile alla zanzara tigre e può trasmettere all'uomo malattie causate da virus della famiglia Flaviviridae.

Inoltre è stata avviata un'intensa campagna di informazione per la popolazione con indicazioni per proteggersi dalle punture di zanzare e dalle malattie che possono trasmettere tramite brochure e locandine presenti nelle ASL. La zanzara Coreana (Aedes koreicus), specie d'origine asiatica mai segnalata finora in Liguria, e' arrivata in Italia nel 2011.

Data l'emergenza Zika in Sud America è stato attivato un piano di sorveglianza straordinario di controllo sulle zanzare, per evitare di introdurre il virus a causa di viaggiatori infetti. Le regioni che l'aveva vista protagonista erano invece Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia. Come la zanzara tigre, essa detiene le stesse caratteristiche: vive bene in territorio urbano, predilige contenitori con poca acqua, punge di giorno, si riproduce a partire dalla primavera ed ha un ciclo vitale di 15 giorni. La sorveglianza ha permesso di intercettare precocemente l'arrivo della nuova specie di zanzara, al momento la presenza della zanzara coreana sembra essere limitata ad un solo quartiere di Genova (zona portuale), ma non si può escludere una sua maggiore diffusione.

La scoperta è opera del sistema di monitoraggio della zanzara tigre condotto dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle d'Aosta in collaborazione con le Aziende Sanitarie Locali della Regione Liguria e con il Comune di Genova. La zanzara coreana è di colore nero, screziata di bianco anche sulle zampe, è poco aggressiva, ma resiste al freddo.

"La buona notizia è che nelle 21 trappole da noi posizionate in luoghi a maggior rischio - sottolinea Caramelli - porti, aeroporti, interporti e reparti di malattie infettive dei principali ospedali, nessuna zanzara tigre è risultata positiva per il virus Zika, e nessuna zanzara coreana è risultata positiva per altri virus".

Altre Notizie