Lunedi, 13 Luglio, 2020

La mostra del cinema in nome degli autori

Collateral Events- Previews- The 55th International Art Exhibition- 2013 Venice Biennale La mostra del cinema in nome degli autori
Evangelisti Maggiorino | 10 Agosto, 2016, 20:36

Così il direttore della Mostra del Cinema di Venzia, Alberto Barbera, presentando a Roma il programma della 73esima edizione che inizierà il prossimo 31 agosto.

Venezia 73, 'Questi giorni' di Piccioni in concorso - Esclusiva Tra i tre italiani in corsa per il Leone d'oro il film di Giuseppe Picconi con Margherita Buy, Maria Roveran, Marta Gastini, Caterina Le Caselle, Laura Adriani, Filippo Timi, Alessandro Averone, Mina Djukic, Sergio Rubini. Fuori concorso tra gli eventi speciali, ci saranno, come già annunciato i primi due episodi di "The Young Pope", l'attesissima serie Tv di Paolo Sorrentino, una serie che vi sorprenderà, come ha sorpreso noi quando l'abbiamo vista.

Proprio la qualità è la stella polare di Barbera che ha spesso fatto scelte controcorrente. Il secondo lungometraggio in gara è Piuma di Roan Johnson, film che narra le vicende di due diciottenni, Kate e Ferro. "È una scommessa che ci ha convinti".

E poi, appunto, il Cinema del Giardino, nuova sezione tutt'altro che secondaria che Barbera ha detto avrebbe voluto dedicata a quel cinema italiano "intermedio, il cinema di mezzo tra quello dei cinefili e quello di coloro che a un festival non metterebbero mai piede", ma che di fronte alla scarsa disponibilità degli autori di casa nostra, Gabriele Muccino a parte, ha coinvolto nomi come James Franco, Kim Ki-Duk e perfino Michele Santoro.

"E' un modo per ospitare pellicole che normalmente non troverebbero spazio in festival tradizionali - spiega -. Si tratta di film definiti "intermed" ossia a metà tra opere d'autore e pellicole popolari destinate al grande pubblico, magari commedie anche volgari". "Si parla della realtà in maniera indiretta, si parla del presente anche quando si parla di passato o futuro". Il loro legame è tuttavia unico e irripetibile come possono essere unici e irripetibili i pochi giorni del viaggio che compiono insieme per accompagnare una di loro a Belgrado, dove l'attendono una misteriosa amica e un'improbabile occasione di lavoro.

Altre Notizie