Mercoledì, 15 Luglio, 2020

Migranti: Sala, verso utilizzo caserma Montello

BALLARO Migranti: Sala, verso utilizzo caserma Montello
Deangelis Cassiopea | 10 Agosto, 2016, 20:32

Mi ha chiamato il ministro Pinotti - ha annunciato Sala a margine della commemorazione della strage nazifascista di piazzale Loreto -, e probabilmente verr attivata una caserma, che quello che desideravamo, perch una soluzione dignitosa. La mattina di martedì 9 agosto la Croce Rossa che gestisce il campo profughi del Parco Roja ha distribuito 580 colazioni contro le 490 di sabato 6 agosto. In questa struttura, si spiega in una nota, l'ospitalità sarà garantita per i prossimi 2 mesi e sarà a carico di Caritas Ambrosiana che finanzierà i costi degli operatori per l'accompagnamento sociale degli ospiti, dopo avere provveduto ad arredare e tinteggiare gli spazi. A Ventimiglia la situazione è simile: in un centro della Croce Rossa sono ospitati circa 450 migranti, perché respinti al confine con la Francia. "Questo è il punto fondamentale che va capito - ha detto - possiamo si parlare di emergenza ma questa è una situazione strutturale e non è che tra due settimane sarà diverso".

Emergenza migranti a Milano L'asticella dell'accoglienza si è alzata giorno dopo giorno. Siamo a 3.300 migranti nella sola Milano e mi diceva il prefetto che sono pronti altri spazi. Forse anche a causa di questo clamore, Giuseppe Sala ha poi successivamente precisato che a Milano "non è prevista alcuna tendopoli" e che la situazione dei migranti è "nel pieno controllo delle autorità competenti". Il Comune - a partire da Beppe Sala - ne sta chiedendo a gran voce la disponibilità. "Io continuo a pensare che da settembre dei migranti ci andranno". E a proposito dell'emergenza migranti Sala ha sottolineato che tale affluenza di migranti in città può essere considerata la conseguenza della stretta sugli ingressi imposta proprio dagli svizzeri specificando poi "Mi ha detto il prefetto che in città e in un paio di paesi della Città Metropolitana sarà pronto altro spazio". Secondo quanto ha scritto Repubblica, "le cooperative non fanno mistero di sperare che il prefetto sequestri il campo base, per superare il veto di Maroni". Quest'anno, non siamo stati in grado di avere una progettualità che ci permettesse di ridistribuire anche i pochi che sono arrivati. Ogni notte tentano il passaggio, vengono rimandati e ricominciano daccapo la loro odissea che - non dimentichiamo - è solo l'ultima parte di un viaggio, e di viaggi, che sono drammatici. "Non stiamo dormendo, mi pare che l'assessore Rozza sia molto attivo".

Altre Notizie