Lunedi, 22 Luglio, 2019

Renzi: un errore personalizzare referendum. A poveri soldi risparmiati

Referendum Meloni Renzi ricatta Referendum Meloni Renzi ricatta
Evangelisti Maggiorino | 09 Agosto, 2016, 22:07

"Questo non e' il mio referendum, il padre di questa riforma ha un nome, quello del senatore a vita Giorgio Napolitano, voglio dimostrare che questa è la riforma degli italiani, per questo abbiamo raccolto le firme". "Era un errore. E' cambiata in questi anni la percezione dell'Italia in Europa e nel mondo".

Il premier e segretario nazionale del Pd Matteo Renzi torna in provincia di Reggio Emilia e lo fa per visitare la festa regionale del Partito Democratico a Villalunga di Casalgrande. Dicono: c'è solo Renzi.

"Io non dico che adesso va tutto bene, se qualcuno dice che va tutto bene curatelo". "Ma chi può pensare che la data sul referendum costituzionale sia un argomento che appassiona i cuori?" Parole che hanno provocato la reazione delle opposizioni, criticate, fra gli altri, da Roberto Calderoli e da Gaetano Quagliariello, ma anche della minoranza Pd che, peraltro, non gradisce il fatto di utilizzare le feste dell'Unità come uno strumento di propaganda per il sì. "La lotta al precariato e il Jobs act è la cosa più di sinistra che sia mai stata fatta negli ultimi anni". "Qual è la strategia per il referendum? - ha proseguito - Dire la verità, perché la verità gli fa male lo sai". Per questo, ammonisce il leader regioale Pd, "le feste dem sono per il Sì alla riforma", poi la modalità dell'organizzazione dei dibattiti e l'opportunità di chiamare o meno esponenti che votano No, "la lasciamo alle singole federazioni". "C'è un terzo circa di elettori di centrosinistra - ha detto Federico Fornaro - che sono orientati per il No al referendum costituzionale".

Il premier, che ha messo la propria sopravvivenza politica sul piatto della riforma, si tiene da qualche settimana lontano dalla discussione referendaria, ma è probabile che da domani il tema tornerà di attualità. -"C'è gente tra di noi che pur di far perdere i propri, è disponibile a mandare a casa un intero sistema. Con la rissa continua perde l'Italia", ha aggiunto Renzi.

"599mila persone hanno trovato un lavoro e il 75% a tempo indeterminato grazie al jobs act non è una statistica: non sono voti, sono volti. Quindi deve esser chiaro che dovremo trovare risorse in più per le pensioni". Ma bisogna anche dire che qualcosa è oggettivamente iniziato a cambiare ed è merito del Pd che ha scelto di cambiare e fare le cose concretamente, qualcuna riuscita meglio, qualcuna peggio.

Altre Notizie