Domenica, 21 Luglio, 2019

Milano, sfruttamento della prostituzione: in manette anche un vigile urbano

Milano, sfruttamento della prostituzione: in manette anche un vigile urbano Milano, sfruttamento della prostituzione: in manette anche un vigile urbano
Evangelisti Maggiorino | 07 Agosto, 2016, 03:38

In manette in cinque tra cui anche un vigile urbano di Milano. Le indagini, eseguite dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza a Milano, Perugia, Sesto San Giovanni e Cologno Monzese, erano cominciate nella primavera del 2015, ma l'ipotesi è che l'attività illegale andasse avanti da parecchi mesi o addirittura anni prima. Gli arrestati, oltre al vigile, sono due italiani (un uomo e una donna), una cinese e una uruguaiana. Stando a quanto ricostruito. gli arrestati, facevano parte di un sodalizio dedito al reclutamento, al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione. Le meticolose ed approfondite indagine consentivano inoltre di dimostrare che, i guadagni derivanti dal meretricio delle giovani donne extracomunitarie, costrette a vivere e dormire all'interno del centro massaggi, erano in realtà divisi tra i citati COLICCHIO e PAPALEO, e una sorta di "maitresse", che si trovava materialmente all'interno del centro massaggi per controllare l'attività di prostituzione delle giovani donne. Dopo il bordello a cielo aperto, ora spunta il centro massaggi. Due uomini curavano il pagamento dell'affitto dei locali e delle relative utenze domestiche, pubblicizzando la struttura online, su siti dedicati agli incontri sessuali.

Gestivano un centro massaggi a Monza, nulla di apparentemente compromettente. In carcere sono finiti due uomini di 44 e 56 anni, residenti a Cologno Monzese e una cinese di 56. L'agente arrestato dai carabinieri di Monza, accusato di sfruttamento della prostituzione, era già statosospeso dal servizio senza retribuzione dall'1 gennaio del 2015.

Altre Notizie