Martedì, 15 Ottobre, 2019

Commericialista si suicida. Era nel Cda di Banca Nuova, partecipata di PopVincenza

Esposti Saturniano | 23 Luglio, 2016, 11:49

Il noto commercialista Gianpietro Procopi, 75 anni, si è tolto la vita nel suo studio nella centralissima via Roma, al civico 45.

Ieri mattina si è recato in viale Venezia, presso lo studio Fracca Poloniato dove da tempo aveva il suo ufficio. Tra i motivi non si esclude il crac della banca nuova, la sorella siciliana della popolare di Vicenza acquisita dall'istituto di credito berico al 100%, di cui Procopi era stato membro indipendente del consiglio di amministrazione. A trovarlo, alle 19.40, è stata la moglie Mariolina, che, preoccupata per il suo silenzio, l'ha raggiunto lì. In carriera il commercialista aveva avuto incarichi nei consigli di amministrazione anche di alcune società pubbliche, quali il Consorzio di Bonifica e Brenta Servizi. Procopi - già presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Bassano e con lontani trascorsi anche in politica - era molto conosciuto in città sia per la sua attività professionale ad alto livello che per gli incarichi che ricopriva in diversi enti. Gli inquirenti stanno cercando di capire se il suicidio possa essere o meno collegato alle recenti vicende della Banca Popolare di Vicenza.

Altre Notizie