Domenica, 16 Giugno, 2019

IPhone 7 - primi benchmark per il nuovo chip A9

IPhone 7 - primi benchmark per il nuovo chip A9 IPhone 7 - primi benchmark per il nuovo chip A9
Acerboni Ferdinando | 17 Luglio, 2016, 12:01

Una delle ultime indiscrezioni riguardanti il nuovo melafonino riguarda le prestazioni del nuovo SoC Apple A10 che sarà presente sul prossimo smartphone della mela morsicata. Il punteggio risulta infatti leggermente più potente del processore A9 presente su iPhone 6s e leggermente meno veloce e quasi alla pari del processore A9X di iPad Pro.

L'incremento delle frequenze dei due core, unito ad una migliore gestione energetica e ulteriori perfezionamenti della componente grafica, potrebbero essere i punti di forza di Apple A10, ma potrebbero anche essere l'ulteriore segnale del fatto che iPhone 7 sia una versione ulteriormente riveduta e migliorata dell'originale iPhone 6, con alcuni timidi cambiamenti estetici, in attesa che il vero salto generazionale, magari con una nuova architettura, possa avvenire in occasione del decennale che cadrà nel 2017.

Il chip A10 sarà ancora di tipo dual-core, anche se i primi benchmark mostrano soltanto i risultati in single-core. Comparato alla precedente generazione di chip A9/A9X, con rispettivi punteggi di 2,519/3,010 su core singolo. Nello specifico, è possibile confrontare le prestazioni di Apple A10, quelle dell'attuale CPU Apple di iPhone 6S e iPhone 6S Plus, ossia Apple A9, e quelle del processore dei recenti tablet iPad Pro, Apple A9X.

Non ci resta che aspettare la presentazione di iPhone 7 per verificare quali saranno effettivamente le prestazioni della nuova CPU dell'iPhone 7. E così per tutte le altre generazioni di chip fino ad oggi. A rivelarlo è il portale di test prestazionali GeekBench che ha registrato le informazioni sul chip A10: il System On Chip in via di sviluppo in quel di Cupertino per i nuovi melafonini assieme alla sola Taiwan Semiconductor Manufacturing Company che nel 2015, proprio grazie al brand di Cupertino, ha registrato un fatturato complessivo pari a 25.2 miliardi di dollari, il 10.6% in più del 2014.

Altre Notizie