Domenica, 13 Ottobre, 2019

Renzo Bossi nuovo membro del club "A mia insaputa"

Umberto Bossi io lontano da affari Lega Umberto Bossi io lontano da affari Lega
Esposti Saturniano | 16 Luglio, 2016, 19:49

E sul titolo accademico, che secondo l'accusa avrebbe "comprato" con 77mila euro sottratti alle casse del partito, ha detto: "Ho saputo della mia laurea in Albania solo dopo questa indagine". Tutte accuse che "il trota" ha prontamente respinto. Durante il processo in cui è imputato insieme al padre e all'ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito per l'ipotesi di reato di appropriazione indebita, Renzo Bossi ha dichiarato a proposito del titolo accademico: "Ho saputo della mia laurea in Albania solo dopo questa indagine". Renzo Bossi ha sottolineato di non avere "mai chiesto soldi a Belsito" usando il nome di suo padre. "Nella mia vita mi sono sempre occupato di politica, ma sono sempre stato lontano dagli affari economici del partito" ha continuato il figlio del Senatùr, tentanto in questo modo di discolparsi dalle accuse.

Il pm Paolo Filippini ne chiede conto a Bossi dopo che nelle dichiarazioni iniziali previste per legge, sul titolo di studio il figlio di Umberto si era definito 'diplomato'. "Perciò non ho mai interferito con le decisioni dell'amministrazione". Così è toccato al suo difensore Matteo Brigandì leggere le sue dichiarazioni al posto suo.

Umberto e Renzo Bossi sono accusati di avere sottratto circa 500.000 euro dalle casse di Lega Nord per utilizzarli a fini personali, ma ora "Il Trota" ha affermato non solo di non avere mai visto quelle liquidità, bensì persino di non essere mai stato al corrente di essere un "laureato".

Bossi, visibilmente provato, ha insomma manifestato ottimismo e fiducia sul destino del partito. Poi, entrando nel merito delle accuse - che riguardano anche le spese di ristrutturazione di un appartamento a Roma - ha assicurato: "A Roma non ho mai avuto immobili, nè di proprietà nè in affitto".

In principio fu Claudio Scajola, che giurava di essere entrato in possesso dell'attico vista Colosseo a sua insaputa. Infine un appello al giudice monocratico Maria Luisa Balzarotti: "Ripongo massima fiducia nella giustizia, sono certo di una serena valutazione dei fatti".

Altre Notizie