Lunedi, 18 Novembre, 2019

Apple arriva a Napoli con la iOS academy

Università Federico II Campus San Giovanni Apple arriva a Napoli con la iOS academy
Acerboni Ferdinando | 08 Luglio, 2016, 04:46

Mentre durante il secondo semestre gli studenti parteciperanno a corsi sulla creazione di startup e progettazione di app, e collaboreranno fra loro per la creazione di app che potrebbero eventualmente arrivare all'App Store.

Nella giornata del 6 luglio 2016 è stata resa ufficiale la partnership didattica tra la Apple e l'Università Federico II di Napoli che prevede la formazioni di sviluppatori iOS all'interno dei locali della facoltà partenopea. Il piano di creare una iOS Developer Academy specializzata a Napoli, in Italia, e' stato annunciato il 21 gennaio scorso da Tim Cook, CEO di Apple, e dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Anche altri atenei del circondario saranno coinvolti da Apple, si parla dell'Orientale, del Suor Orsola Benincasa, Sannio, Salerno, Seconda Università di Napoli e Salerno-Fisciano, utili a svolgere dei pre-corsi per la selezione finale. Con oltre 2 milioni di app, l'App Storeha creato un settore completamente nuovo con oltre 1,2 milioni di posti di lavoro creati inEuropa dal 2008.Agli sviluppatori in Europa sono stati corrisposti quasi €10 miliardi per la vendita delle loro app nel mondo.

"Con questa iniziativa, la Federico II continua a rispondere alle esigenze formative legate alle nuove tecnologie, che devono rappresentare un complemento ai programmi tradizionali che la nostra università continuerà ad offrire con lo stesso impegno e la stessa qualità di sempre"; commenta il rettore dell'ateneo campano, Gaetano Manfredi. L'Academy di Napoli sara' unica in Europa, e terza a livello mondiale con quella in Brasile e quella nella sede Apple di Cupertino.

La Giunta De Luca sosterrà il programma attraverso il finanziamento delle borse di studio destinate ai giovani talenti che accederanno alla fucina di idee e creatività che aprirà il prossimo ottobre con oltre 200 studenti che parteciperanno al primo anno e 400 per le annualità successive. Se anche noi la smettiamo con il racconto senza salvezza del Sud e valorizziamo le eccellenze che sono così numerose, ce la possiamo fare, come ci dicono anche i dati ISTAT della settimana scorsa. I candidati non devono necessariamente avere una formazione in Informatica in quanto il corso è stato progettato per fornire tutte le informazioni di base anche per i meno avvezzi. Il Premier ha chiosato con un "Avanti tutta, avanti insieme" il proprio intervento sulla pagina Facebook.

L'università Federico II pensa di assumere docenti per l'Accademia nei prossimi mesi, con profili che spaziano da sviluppatori esperti di app a designer e docenti di programmazione.

Altre Notizie