Sabato, 20 Luglio, 2019

Lanciano, addio ufficiale alla Lega Pro con un comunicato

Calcio Virtus Lanciano non si iscrive in Lega Pro addio al calcio professionistico Lanciano, addio ufficiale alla Lega Pro con un comunicato
Cacciopini Corbiniano | 07 Luglio, 2016, 19:33

La Virtus Lanciano non è riuscita a ripianare il bilancio e così non potrà iscriversi al prossimo campionato di Lega Pro, dopo la retrocessione dalla Serie B maturata a seguito dei play out contro la Salernitana. Motivo da ricercare nel fatto che la società deve completare la produzione della documentazione per l'iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. "Purtroppo non è stato possibile" - continua la lettera.

"Ci abbiamo creduto e provato fino all'ultimo momento, programmando anche un impegno, pluriennale e davvero considerevole, come principale sponsor al fianco della nuova eventuale proprietà; ma anche l'ultima trattativa, impostata su basi rigorosissime e con interlocutori affidabilissimi, non ha prodotto il risultato agognato". E' con immenso dolore che ci troviamo a scrivere poche righe che non bastano sicuramente a colmare il vuoto di questa sconfitta; sconfitta di cui avvertiamo la responsabilità, ma di cui non possiamo nascondere o tacere l'ineluttabilità. "Ora non ci resta che prendere atto, con infinita tristezza, che questa splendida corsa è giunta al capolinea". Ma il tempo stringe. Ieri sera ci sono stati alcuni tentativi portati avanti dal sindaco di Lanciano Mario Pupillo di contattare imprenditori locali come Antonio Colasante per cercare una soluzione in extremis che però fino ad oggi non è arrivata. Da ultimo, l'intervento dei nuovi Distinti, grazie all'attenzione della Regione e di chi vuole bene alla nostra città, di chi ha saputo investire insieme a noi su questi colori, per questa città. Una volta che l'iscrizione sarà ufficialmente garantita, il Lanciano si concentrerà sulla presentazione del nuovo allenatore. Su questo non ci sono dubbi. La famiglia Di Maio, proprietaria del club, ha deciso di mollare tutto dopo una gestione durata otto anni con una storica promozione in serie B e tre salvezze tra i cadetti.

Altre Notizie