Вторник, 12 Декабря, 2017

Bella Hadid, la super top model svela la sua malattia. LA LETTERA

ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE
Machelli Zaccheo | 22 Июня, 2016, 15:47

G igi Hadid, dramma della sorella Bella: da anni lotta contro malattia del Lyme. Una rivelazione che ha toccato i suoi fan, soprattutto per le parole sentite che ha dedicato alla madre che tra pochi giorni sarà in libreria con un libro dal titolo "Believe Me: la mia battaglia contro disabilità invisibile della malattia di Lyme" in cui racconta la sua storia. La modella diciannovenne ha appena scoperto di essere stata colpita dalla malattia che già affliggeva la madre da anni.

Come riportato dal Corriere della Sera, Bella Hadid ha deciso di raccontare la propria malattia ma al tempo stesso rendere omaggio alla donna che le ha dato la vita e al coraggio di lottare con tenacia per la stessa malattia che sta affrontando lei.Sul suo profilo Instagram ha pubblicato una lettera dedicata proprio al coraggio della madre da anni alle prese con questa patologia invisibile: condividono questa condizioni e vivono una accanto all'altra.

L'Italia l'ha conosciuta meglio e apprezzata solo poche settimane fa in uno splendido abito rosso sul red carpet del Festival di Cannes ed ora la giovanissima Bella Hadid torna sulle pagine dei giornale per una notizia molto meno lieta; la star 19 enne infatti in una lettera al web attraverso il social network Instagram ha reso noto al mondo intero che condivide con la madre Yolanda Foster la malattia di Lyme, patologia estremamente diffusa negli Stati Uniti. "Ho pianto vedendo quanto abbia sofferto in questo ultimo periodo". La giovane modella si è impegnata a sua volta nel divulgare informazioni e dettagli su come la malattia di Lyme sia debilitante per le loro vite. La causa di questa patologia, che prende il nome dalla cittadina Old Lyme, dove si verificarono numerosi casi di infezione, è da identificare nel batterio Borrelia burgdorferi. Il batterio infesta le zecche, le quali possono trasmetterlo all'uomo e agli animali. Il virus può diffondersi ai linfonodi determinando un'adenopatia regionale, oppure espandersi nel sangue fino a colpire gli organi interni. Il primo caso risale al 1983, quando è stato identificato in Liguria.

I primi sintomi si manifestano con una grande spossatezza e con degli eritemi su schiena, braccia e gambe, ma diventano via via più gravi.

Altre Notizie