Martedì, 16 Gennaio, 2018

World Grand Prix: Italia granitica porta a casa tre punti sulla Serbia

Nell'Italia di Bonitta tornano le veterane World Grand Prix: Italia granitica porta a casa tre punti sulla Serbia
Cacciopini Corbiniano | 14 Giugno, 2016, 15:24

Come formazione iniziale il tecnico tricolore ha schierato Malinov in palleggio, Egonu opposto, schiacciatrici Sylla e Guerra, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro.

Al Centro Pavesi, invece, da oggi sono al lavoro: Alessia Orro, Antonella Del Core, Nadia Centoni e Martina Guiggi, le quali raggiungeranno il gruppo azzurro per la seconda tappa del Grand Prix in programma a Bari (17-19 giugno).

Nella serata odierna, le ragazze azzurre partiranno a Bari, in preparazione della prossima tappa del World Grand Prix.

Per quanto riguarda la classifica, il Brasile è al comando con 6 punti seguito da Italia e Giappone con 3; scontro dunque decisivo per il secondo posto, ma come sappiamo per stabilire la qualificazione alla fase finale dobbiamo guardare la classifica generale che comprende anche le altre nazionali, che l'Italia sfiderà nei gironi seguenti (saremo prima nel nostro Paese contro Russia, Olanda e Thailandia, poi andremo ad Ankara per giocare contro Turchia, ancora Brasile e Belgio).

La reazione giapponese è arrivata nel terzo parziale, quando l'Italia è calata di rendimento ed ha sofferto l'iniziativa delle avversarie. La Serbia, pero', non si e' arresa e con un contro parziale ha riaperto i giochi.

All'insegna dell'equilibro il quarto set, nessuna delle due squadre è riuscita ad allungare e così si è arrivati in perfetta parità sino al (23-23).

CALENDARIO - Gruppo A Rio de Janeiro (Brasile): 9 giugno: Brasile-Italia 3-1 (23-25, 25-15, 25-15, 27-25), Giappone-Serbia (ore 22.15); 10 giugno: Brasile-Giappone (ore 19.10), Italia-Serbia (ore 22.15 diretta Rai Sport 2); 12 giugno: Brasile-Serbia (ore 15.05), Italia-Giappone (ore 17.35). Una volta avanti le azzurre non hanno piu' rallentato e si sono imposte di forza (15-8). "Le giapponesi sono giocatrici molto abili sia in difesa che in fase di contrattacco e per questo bisogna prestare sempre la massima attenzione al loro gioco" sottolinea Ortolani, ricordando: "Quando affronti il Giappone devi sempre tener conto che non ha mai solo sei titolari, ma può contare su una panchina lunga". "La squadra oggi ha fornito una buona prestazione, riuscendo a restare in partita per tutti i cinque set".

Ecco dove sta il problema: Valentina Diouf e compagne sono ancora troppo acerbe per poter competere ai massimi livelli, ed è un problema che con ogni probabilità ritroveremo a Rio tra due mesi. Una squadra che non è assolutamente da sottovalutare: le asiatiche infatti sono state capaci di battere la Serbia con un netto 3-0, anche se poi hanno perso con identico punteggio contro il Brasile. Soddisfatta anche l'azzurra Paola Egonu: "E' stata una bellissima partita e sono felice per la vittoria, anche se potevamo chiuderla gia' nel quarto set e invece non ci siamo riuscite". Mi ricordo cosa ho sentito in questi anni di Vettori (tanto per fare un esempio). Prossimo avversario per le Azzurre del volley il Giappone, nell'ultima gara della Pool A il Giappone (12 giugno). E' in arrivo questa sera la Russia, prima nazionale a giungere in terra di Puglia, dopo Goncharova e compagne sarà il momento di Italia, Olanda e Thailandia il cui arrivo è previsto per domani. Orari di gioco italiani.

Altre Notizie