Giovedi, 12 Dicembre, 2019

Amministrative. Exit poll, a Roma Raggi-Giachetti, a Milano Sala-Parisi

Comunali 2016- Roma					Raggi chiude il 3 senza Grillo video Fedez e forse Mannoia Comunali 2016- Roma Raggi chiude il 3 senza Grillo video Fedez e forse Mannoia
Evangelisti Maggiorino | 07 Giugno, 2016, 21:29

Si aspettano dati certi, ma al momento Roberto Giachetti sembra staccare Giorgia Meloni e si candida al ballottaggio con Virginia Raggi, che durante il primo turno ha preso il largo e ha guadagnato oltre il 30% dei voti.

Discesa verticale per il Pd anche nella sempre più ex rossa Bologna: Virginio Merola inchioda al 39% e al ballottaggio se la vedrà con Lucia Borgonzoni, sostenuta da una coalizione di centrodestra, Lega compresa. Un quadro politico insomma che vede Virginia Raggi in testa per la corsa alla carica di sindaco, e se le ottime previsioni di questo primo turno la confermassero, sarà il primo Sindaco donna della Capitale.

Giorgia Meloni ha voluto rivendicare il risultato ottenuto spiegando che "in neanche 2 mesi di campagna elettorale abbiamo fatto un miracolo, un risultato comunque straordinario, nonostante l'uso che Renzi e il Governo hanno fatto di questa campagna elettorale". "Il vento sta cambiando", ha affermato a gran voce la candidata, che si dice pronta ad affrontare il suo avversario al ballottaggio. Fuori dal ballottaggio Valeria Valente (PD) al 21,54%, mentre il grillino Matteo Brambilla è quarto con il 9,68%. Da segnalare a Roma il boom della candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi. Il MoVimento 5 Stelle è lento ma inesorabile. Cambiamo tutto! Ad eccezione di Rimini, Cagliari, Salerno e Cosenza, dove basta il primo turno per eleggere Gnassi, Zedda (entrambi al secondo mandato), Napoli e Occhiuto.

Anche Milano andrà al ballottaggio. Così dal comitato elettorale di Alfio Marchini presso via Salandra. Secondo lo stesso istituto di rilevazioine, a Milano Giuseppe Sala è al 38%-42% e Stefano Parisi al 36,5%-40,5%. Ottima prova dei pentastellati anche a Torino, con Chiara Appendino, anche se il Pd resta in testa con il sindaco uscente Piero Fassino. A Bologna il dato più alto fra i capolouoghi di Regione con il 19,91% dei cittadini che si sono recati alle urne.

Crolla il Pd che si attesta al 17,2% contro il 26,26% delle comunali del 2013 e addirittura il 43,07% delle Europee.

Altre Notizie