Giovedi, 20 Giugno, 2019

Mercedes S Cabrio tra passato e futuro

Mercedes S Cabrio tra passato e futuro Mercedes S Cabrio tra passato e futuro
Acerboni Ferdinando | 26 Mag, 2016, 11:44

Il conte Aymo Moggi di Gradella, un suo amico, il conte Mazzotti ed infine il giornalista Giovanni Canestrini, per la loro abilità nelle gare e per la loro tenacia vennero presto chiamati i "quattro moschettieri".

La domenica mattina la carovana della Freccia Rossa ripartirà per affrontare la quarta e ultima tappa, e risalendo da Parma si dirigerà verso Lodi.

Non poteva forse esserci occasione migliore della Mille Miglia per raccontare questo cambiamento tra passato e futuro. Dalle 16 alle 22 del 18 maggio e dalle 7 alle 18 del 19 maggio saranno chiuse al traffico, eccetto residenti e autorizzati: via San Faustino, Largo Formentone, corso Mameli nel tratto tra corsetto S. Agata e via San Faustino, via IV Novembre, via Trieste, da via Mazzini a via X Giornate, via padre Giulio Bevilacqua, via A. Volta, via XXIV Maggio, via della Posta, via Bertolotti. Invece del semplice transito lungo via Mazzini, le automobili in gara effettueranno un Controllo a Timbro proprio davanti a Villa Mazzotti, entrando dal cancello ovest e uscendo da quello est, in direzione Brescia.

"La Mille Miglia - ha sottolineato Giampaolo Dallara - è un momento magico".

I nuovi coefficienti sono stati completamente ricalcolati con l'intento di premiare maggiormente le vetture che hanno scritto le pagine più importanti delle competizioni automobilistiche.

La Mille Miglia 2016, la corsa su strada più celebre di ogni tempo, è arrivata a Roma, traguardo finale della seconda tappa di questa 34esima rievocazione.

A Reggio si potrà ammirare anche la leggendaria Alfa Romero 6C 2300 Pescara Sport Spider (numero 100) appartenuta a Benito Mussolini che disputò la Mille Miglia nel 1936. La casa più rappresentata sarà Alfa Romeo con 46 vetture (scelte su 61 iscritte), seguita da FIAT con 39 (su 46 iscrizioni) e Mercedes-Benz con 34 (scelte tra 57). Di seguito, con 24 partecipanti ci sono Lancia (42 iscritte) e Jaguar (54), Ferrari (23) e Porsche (38) con 21, Bugatti con 20 (21) e Aston Martin con 19 (32); l'elenco dei partenti è completato da altri nomi per un totale di 71 Case su 75 iscritte.

Il conduttore danese alla guida della macchina sportiva ha chiesto subito l'aiuto di cinque forzute reatini che si sono prodigati a spingere l'autovettura rimasta in panne (FOTO IN ALTO). "La Mille Miglia è stata l'immagine del progresso tecnico, sociale ed umano; e noi facciamo bene a celebrarla, perché questa rievocazione del passato aiuta il futuro" una frase detta da Giannino Marzotto, vincitore delle Mille Miglia 1950 e 1953 che spiega tutta l'importanza della Mille Miglia. Queste vetture saranno in gara a tutti gli effetti, l'unica differenza sarà costituita dalla mancata assegnazione del coefficiente di merito, in modo da riservare la vittoria ai modelli protagonisti della corsa dal 1927 al 1957.

Altre Notizie