Giovedi, 14 Novembre, 2019

Perché Roberta Lombardi è nello staff di Virginia Raggi

Perché Roberta Lombardi è nello staff di Virginia Raggi Perché Roberta Lombardi è nello staff di Virginia Raggi
Evangelisti Maggiorino | 25 Mag, 2016, 17:21

Uno staff (coordinato dai Garanti del movimento) che dovrebbe approvare gli atti amministrativi più importanti, se dovesse essere lei il sindaco di Roma.

Nessun finanziamento pubblico ma 4520 donatori che hanno versato nel borsino elettorale del Movimento 5 Stelle ben oltre 83mila euro per sostenere la corsa di Virginia Raggi al Campidoglio. Questo staff, unico nel suo genere, sarà un'altra risorsa del Movimento 5 Stelle che farà la differenza e ci metterà nelle condizioni di superare le difficoltà gestionali e burocratiche a cui la mala politica ci ha sottoposto per decenni. Si chiama cos perch c' il sole, un'enorme spianata, un po' di case tirate su dal nulla e poco altro.

Roma, 23 mag. (AdnKronos) - - "Virginia Raggi è legata mani e piedi alla Casaleggio associati".

Leggo di questo ricorso presentato da un avvocato che ha detto di avere la tessera Pd. Berlusconi ha dichiarato che "la Raggi è una brava professionista, ma non mi pare si possa accettare come sindaco una sagoma telegenica guidata da un comico genovese". Tutte queste scelte, insieme a quelle programmatiche, vengono fatte dai Cinque Stelle con l'unico intento palesato di riportare a Roma legalità, giustizia e onestà.

Annalisa Cuzzocrea su Repubblica di oggi ci racconta i retroscena sullo staff che "affiancherà" Virginia Raggi, secondo quanto annunciato dalla stessa candidata sindaca di Roma ieri.

"E, udite udite, le decisioni per Roma saranno prese niente popò di meno che da Roberta Lombardi, Paola Taverna, Castaldo e Perilli. - rivela - Alla faccia dell'autonomia amministrativa della Capitale d'Italia". E' composto da una senatrice romana, una deputata romana, un consigliere regionale romano e un europarlamentare romano: questo significa che c'è un progetto e il M5S è l'unico a poter vantare questa innovazione. "La conferenza è stata interrotta da un cittadino senza motivo, perché nessuno aveva parcheggiato in divieto di sosta, tant'è che nessuno è stato multato", ha spiegato in una nota il M5s di Roma.

Non si sconvolge la candidata dei 5 Stelle, che con molta tranquillità risponde al collega che la accusa. Non solo asservita con un contratto con tanto di penale ma addirittura controllata politicamente. "Sarebbe la privatizzazione di Roma Capitale", ha sostenuto l'avvocato.

Altre Notizie