Mercoledì, 13 Novembre, 2019

M5S: Romano, da Grillo razzismo strisciante

M5S: Romano, da Grillo razzismo strisciante M5S: Romano, da Grillo razzismo strisciante
Evangelisti Maggiorino | 20 Mag, 2016, 19:00

"Beppe Grillo provoca indignazione con la battuta "bomba" su Sadiq Khan" titola il Guardian, per poi ricordare che "lo humour razzista e misogeno non è poco comune tra i partiti estremisti nella politica italiana".

Dal momento che Beppe Grillo è il leader di un importante movimento politico che conta fra Camera e Senato decine e decine di rappresentanti, non ci stupiremmo che su una battuta tanto idiota, Westminster stessa prendesse una posizione ufficiale di biasimo. Un attacco, da parte dello stratega Grillo, che cerca disperatamente di spostare l'attenzione dai disastri di Parma, Livorno, Pomezia e Bagheria.

Sul nuovo sindaco di origine pachistana e regione musulmana della capitale britannica, con molto tatto e altrettanta gentilezza, ha commentato: "E' un bangladesciano votato come primo cittadino della capitale britannica, un esempio delle impensabili sorprese che la vita può riservare a chiunque". "Un altro biglietto da visita del M5S che ora si distingue anche per razzismo e xenofobia". Parlano anche di conseguenze politiche, i quotidiani britannici: in Italia le parole di Grillo potrebbero in qualche modo danneggiare la corsa al Campidoglio di Virginia Raggi, mentre, a livello europeo, la battuta di Grillo potrebbe arrecare danni a Nigel Farage, leader dell'Ukip (partito anti europeo britannico appoggiato proprio dal Movimento 5 Stelle). "Roba da far tremare i polsi".

Decisamente una battuta di cattivo gusto, sgradevole, che probabilmente non ha fatto ridere nessuno.

Lo stesso candidato sindaco di Roma per il centrosinistra, Roberto Giachetti, attacca: Grillo "non mi ha fatto ridere".

La butade non ha lasciato indifferenti gli esponenti Pd e di Scelta Civica.

Altre Notizie