Venerdì, 06 Dicembre, 2019

Alfa Romeo: aiuti dalla Regione Lazio per 3,5 milioni di euro

Alfa Romeo Giulia Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio cartellone pubblicitario a New York
Acerboni Ferdinando | 15 Mag, 2016, 18:13

Fedele alla tradizione Alfa Romeo, la nuova Giulia offre soluzioni sofisticate, come l'Integrated Brake System (Ibs) che riduce lo spazio di frenata, e le sospensioni attive per il massimo comfort e piacere di guida. "Se dovessi rivederli lo faccio nel terzo trimestre" Così l'ad di Fca, Sergio Marchionne ha risposto ai giornalisti, in occasione della presentazione della Alfa Giulia Balocco, sui target di bilancio.

Il listno prezzi della Giulia parte dai 35.500 euro della Giulia 2.2 diesel da 150 CV manuale, per crescere fino ai 79.000 della Quadrifoglio. Ma la bomba più grossa l'ha lanciata Sergio Marchionne. Il settimanale tedesco "Auto Motor und Sport" ha scritto: la Giulia è finalmente una vera Alfa Romeo, con trazione posteriore, anche la Maserati utilizzerà questa nuova piattaforma. "Sono piu' che disposto a parlargli", afferma. Non ci sono concorrenti, neanche le tedesche. Qualcuno ha detto la BMW. Portiamola qui sul circuito e vediamo. "Non ho dubbi sul successo di Giulia". Ma puntiamo indistintamente su tutti i mercati, compresa la Cina.

Nelle ultime settimane di marzo, ricorda Uliano, sono partite le produzioni dell'Alfa Romeo Giulia a Cassino e del Suv Maserati Levante nello stabilimento di Mirafiori che nel corso del 2016 incideranno ulteriormente sui volumi.

Potenza, dinamismo ed efficienza sono le parole d'ordine dell'Alfa Romeo Giulia.

Tra le Alfa d'epoca più belle viste in Sicilia c'era anche la Giulia Sprint Speciale del 1963 (4 cilindri in linea, 1570 cc, 112 cv), evoluzione tecnica della Giulietta SS, coupé disegnato da Franco Scaglione e caratterizzato da linee sinuose e personali che ne determinavano una personalità unica e doti aerodinamiche all'epoca sconosciute. "L'ultima volta che l'ho incontrato a cena non mi ha detto nulla".

Giusto, il Cavallino rampante non appena si è informato sulla possibilità di liberare Max dal contratto con Red Bull (che aveva un paio di interessanti scappatoie) ha scatenato la pronta reazione di Helmut Marko che ha imposto l'inversione dell'abitacolo con Daniil Kvyat che è stato retrocesso alla Toro Rosso. I costi sono elevati, è vero, mma per finanziare le corse bisogna vendere molte automobili. Tanto è trascorso dal 24 giugno dello scorso anno, giorno del battesimo statico ad Arese con esibizione di Bocelli ad oggi, giorno delle prime prove in sulla pista di Balocco e sulle strade attorno al centro prove del gruppo Fca.

Altre Notizie