Mercoledì, 08 Luglio, 2020

Intesa Sanpaolo: utile in calo ma sopra le attese

Intesa Sanpaolo: utile in calo ma sopra le attese Intesa Sanpaolo: utile in calo ma sopra le attese
Esposti Saturniano | 08 Mag, 2016, 17:49

I proventi operativi netti risultano pari a 4.090 milioni di euro nel primo trimestre 2016, +4% rispetto al quarto trimestre 2015 se si escludono i contributi al fondo di risoluzione.la raccolta da clientela nelle Divisioni Banca dei Territori e Private Banking risulta superiore a 7 miliardi di euro rispetto a 4 miliardi nel quarto trimestre 2015 e a un deflusso netto di 6 miliardi nel primo trimestre 2015. L'utile netto è risultato oltre le attese degli analisti anche se in lieve calo rispetto all'analogo trimestre del 2015 che però aveva beneficiato di condizioni dei mercati finanziari decisamente più favorevoli. Se si escludono i contributi al fondo di risoluzione, con l'intero contributo ordinario stimato per il 2016 spesato nel primo trimestre, l'utile netto è risultato pari a €902 milioni, dai €1.118 milioni del primo trimestre 2015.

L'utile ante imposte è più che raddoppiato a 1.424 milioni di euro nel primo trimestre 2016 dai 537 milioni del quarto trimestre 2015, se si escludono i contributi al fondo di risoluzione. Il consensus Bloomberg era fermo a 702,9 milioni di euro. Il complesso dell'afflusso netto di raccolta diretta e amministrata nelle Divisioni Banca dei Territori e Private Banking e della raccolta netta di risparmio gestito nel primo trimestre 2016 è risultato nell'ordine dei 7 miliardi di euro, mantenendosi su livelli analoghi a quelli del quarto trimestre 2015 e più che doppi rispetto al primo trimestre 2015, rispettivamente pari a circa 7 e 3 miliardi. Guardando al conto economico, il risultato della gestione operativa nel trimestre si e' attestato a 2,02 miliardi di euro (-21,3%); i proventi operativi netti sono calati del 12,8% a 4,09 miliardi e gli oneri operativi del 2,4% a 2,06 miliardi. Gli interessi netti mostrano un calo del 3,7% su base trimestrale e del 4,6% su base annua a 1,881 miliardi, mentre le commissioni sono scese a 1,713 miliardi con un calo del 10,7% rispetto all'ultimo trimestre.

Con la plusvalenza netta di 895 milioni derivante dalle cessioni di Setefi e Intesa Sanpaolo Card il dato dell'utile è superiore al 50% dei 3 miliardi di dividendi cash promessi per il 2016, impegno che viene quindi confermato, si legge in una nota.

A livello patrimoniale, il Cet1 si conferma al 13,1% a regime, mentre è leggermente inferiore se calcolato transitional attestandosi al 12,9%. Il risultato del trading sale a 228 milioni contro i 57 milioni del quarto trimestre 2015. Nel 2016, spiega la banca, "è attesa una crescita dei proventi operativi netti, connessa alla dinamica delle commissioni nette e dei crediti alla clientela, del risultato della gestione operativa, anche grazie al costante controllo dei costi, e del risultato corrente al lordo delle imposte, con una riduzione del costo del rischio, nel quadro di una redditività sostenibile".

Altre Notizie