Domenica, 07 Marzo, 2021

Fisco: rivoluzione controlli Agenzia Entrate

Circolare dell'Agenzia delle entrate sulle linee guida di contrasto all'evasione fiscale. Ecco le modalità di controllo Circolare dell'Agenzia delle entrate sulle linee guida di contrasto all'evasione fiscale. Ecco le modalità di controllo
Esposti Saturniano | 30 Aprile, 2016, 13:58

Tra le sfide del 2016, l'Amministrazione dovrà affinare sempre di più la qualità dei controlli, evitando lo spreco di energie incontestazioni puramente formali o di ammontare esiguo e concentrandosi piuttosto su concrete e rilevanti situazioni di rischio. Ad esempio, per gli studi di settore, le presunzioni fissate dalla legge a salvaguardia della pretesa erariale dovranno - sempre stando alla circolare - essere "applicate dagli uffici secondo logiche di proporzionalità e ragionevolezza, ricorrendo in via prioritaria alla collaborazione del contribuente ed alle dimostrazioni addotte per giustificare eventuali anomalie". Ad una precisa strategia di contrasto alle frodi ed alle forme di evasione più gravi deve affiancarsi la consapevolezza che nei rapporti fisco-contribuente è necessario un cambio di passo.

In generale, si ribadisce l'importanza del contraddittorio preventivo con il contribuente, per evitare recuperi complessi perché non preceduti da effettivo confronto. Accertamenti bancari: il ricorso alle indagini finanziarie è da preferirsi solo a valle di un'attenta analisi del rischio dalla quale possano emergere significative anomalie dichiarative. Nel recupero dell'evasione continuerà ad avere un ruolo importante la voluntary disclosure (il rientro dei capitali dall'estero) e sarà incoraggiata la compliance, ovvero l'adempimento spontaneo. "Il tax gap, che misura la differenza tra quanto si paga e quanto si dovrebbe pagare, non è tutto composto da evasione della medesima tipologia - ha spiegato la direttrice - Ci sono moltissimi contribuenti che si trovano nella categoria degli evasori solo per colpa e non per dolo, come si direbbe nel diritto penale". Le banche dati vanno quindi arricchite e aggiornate con dati qualitativamente corretti a supporto delle risk analysis.

Il Fisco utilizzerà i social network per il contrasto all'evasione.

"Alle notizie ritraibili dalle banche dati si aggiungono quelle che pervengono da altre fonti, ivi incluse fonti aperte, per cui lo scenario informativo è ampio e variegato".

Questi i protagonisti dell'edizione 2016 de "Il Fisco mette le ruote", l'ufficio mobile dell'Agenzia delle entrate che ogni anno porta in viaggio l'assistenza fiscale.

L'attuazione di tutte queste misure non può, tuttavia, prescindere da un approccio ben lontano dalla mera caccia agli errori dei contribuenti e predisposto alla trasparenza e al dialogo con tutti gli operatori che a vario titolo operano nel campo della fiscalità.

L'attività del 2016 deve essere pertanto svolta in linea con i criteri sopra esposti, che ne costituiscono la cornice di riferimento, e sarà cura dei responsabili delle varie strutture assicurare la condivisione di tali principi con il personale coinvolto nelle diverse fasi operative.

Altre Notizie