Martedì, 16 Luglio, 2019

Renzi su Fb: Sblocco 480 milioni per edilizia scolastica /LIVE

Campania e camorra Matteo Renzi prova il contrattacco con Vincenzo De Luca Vincenzo De Luca e Matteo Renzi
Evangelisti Maggiorino | 29 Aprile, 2016, 00:01

Torna in diretta sul suo profilo Facebook il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, questa volta in compagnia di Riccardo Luna e del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Diventa più vantaggioso prendere l'aereo" ha detto De Luca.

Con Renzi nella parte dell'anchorman (non sono mancate le gag e battute ironiche da parte dell'ex sindaco di Firenze), De Luca - ma anche lo stesso Premier - pur pungolato dalle decine e decine domande arrivate sui social network, svicola artatamente sulle mille vertenze che riguardano la provincia di Avellino. La firma del patto per la Campania è la dimostrazione che il Governo si impegna per il Sud. Poi la parola è passata al governatore: "A maggio andranno via le prime ecoballe dalla Campania". "Dopo un calvario sono stato assolto". La moralità è una cosa seria che si misura nella vita reale ma che ha come presupposto il diritto uguale per tutti. "Stiamo stabilizzando circa 2mila precari - ha dichiarato - Da maggio non avremo più problemi di barelle". Oggi in italia un funzionario che viene condannato in primo grado per abuso in atto d'ufficio è rovinato; stipendio dimezzato e demansionamento.

Pochi giorni dopo la notizia delle indagini sul Presidnte del PD in Campania, il premier ha commentato così: "Ogni volta che emerge una storia di corruzione io mi indigno, mi arrabbio. Inoltre, abbiamo stanziato 190 milioni per l'istruzione". "Purtroppo oggi non è così". La prima è "prevista nel patto per la Campania solo in direzione Bari e non per Reggio Calabria - ha spiegato De Luca - Abbiamo però altre priorità come le strade, gli impianti fognari e il riassestamento idro-geologico". Sibillina la risposta di De Luca: "E' una nostra priorità". Investiamo 600milioni di euro per rinnovare tutto il parco rotabile su ferro e su gomma. Ci sono parrocchie straordinarie piene di eroi moderni che coinvolgono i giovani. "Ma dobbiamo recuperare ritardi pluridecennali".

Altre Notizie