Giovedi, 19 Settembre, 2019

Huawei presenta Huawei VR

Gear-VR-600x338 Huawei presenta Huawei VR
Acerboni Ferdinando | 28 Aprile, 2016, 13:54

Non sono ancora noti eventuali progetti volti ad espandere la distribuzione del visore al di là dei confini del mercato cinese.

Forte di un ruolo sul mercato che collocano l'azienda cinese a ridosso di Apple e Samsung, in casa Huawei hanno deciso di reinvestire l'enorme potenziale commerciale derivante dalla vendita degli smartphone per tentare una nuova avventura in direzione della realtà virtuale; settore percepito dagli analisti come cruciale per lo sviluppo dei colossi hi-tech. Huawei VR, come immaginabile, funziona con i nuovi con i nuovi P9 e P9 Plus, ma anche con il P8. Dopo Samsung, anche LG ha previsto il visore 360 VR collegabile al nuovo LG G5 in occasione del Mobile World Congress 2016. Il visore non è quindi dotato di uno schermo proprio e sfrutta quello dello smartphone.

Huawei VR si avvicina al suo rivale Samsung anche per campo visivo (95°) e latenza (20ms), mentre l'audio si avvantaggia di una tecnologia 3D avvolgente che però dovrà essere supportata specificamente dalle applicazioni per utilizzarla.

Interessante l'offerta di contenuti che Huawei prevede di rendere gratuitamente disponibili al lancio: si fa riferimento a circa 4000 film - non soltanto titoli ottimizzati per la riproduzione con i visori VR - oltre 40 giochi, 350 immagini panoramiche e 150 tour panoramici.

Il dispositivo attualmente supporta 3 smartphone, ovvero Huawei P9, Huawei P9 Plus e Huawei Mate 8, i dispositivi vanno alloggiati direttamente all'interno del visore. Purtroppo non abbiamo molte informazioni tecniche ma sappiamo che le nti interne di Huawei Vr hanno un angolo di visione di 95 gradi e che il displau degli smartphone si adatterà per avere un refresh rate di 20 millisecondi. Dalla visiera liscia alla posizione e natura dei suoi controlli (touchpad e pulsanti sul lato destro, e un anello di messa a fuoco sulla parte superiore), è tutto molto familiare.

Altre Notizie