Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Exor utile di 744 milioni nel 2015, Elkann ringrazia la Juventus

Esposti Saturniano | 26 Aprile, 2016, 05:42

Cosi' John Elkann nella lettera agli azionisti di Exor, la holding della famiglia Agnelli che controlla la squadra bianconera.

Piena sintonia con Sergio Marchionne e il suo "approccio pragmatico" alla questione delle alleanze, che di fronte ai "cambiamenti dirompenti" che stanno caratterizzando l'auto, mostra "buonsenso". Secondo il report, i veicoli condivisi rappresenteranno solo il 9% delle vendite di nuove automobili. Spostando poi l'attenzione sulle auto a guida autonoma, definite come auto con autonomia di 4° livello (che intanto Volvo comincerà a breve a testare in Cina con automobilisti comuni a bordo, leggi qui tutti i particolari), il rapporto afferma che nel 2030 solo il 15% delle auto vendute sarà in grado di guidare da sola, il restante avrà bisogno di un conducente fisico dietro al volante. La variazione positiva di € 421,4 milioni deriva principalmente dall'incremento delle plusvalenze nette per € 632,1 milioni (di cui € 521,3 milioni relativi alla cessione di C&W Group e classificati nella voce Utile (perdita) delle Discontinued Operations), parzialmente compensato dal decremento nella quota del risultato delle partecipate per € 177,6 milioni. Exor, inoltre, "prevede per l'esercizio 2016 un risultato positivo". Il cda, riunitosi oggi in mattinata, ha deciso anche di proporre all'assemblea un dividendo, invariato rispetto allo scorso anno, di 35 centesimi per azione (totale di 82 milioni). Dopo lo spin-off da Fca e la quotazione a Wall Street e Milano, le prospettive di lungo termine di Ferrari "appaiono ancor più interessanti", ma "ciò che chiaramente non ci aspettavamo era la volatilità dei mercati finanziari, che si è tradotta in uno dei peggiori contesti di mercato nella storia dei mercati azionari" precisa Elkann ricordando che dall'inizio dell'anno le azioni di Exor hanno perso un terzo del valore. Sempre restando in tema di performance 2015, l'utile Exor è stato pari a 744,5 milioni contro i 323,1 milioni dell'esercizio 2014.

Altre Notizie