Giovedi, 19 Settembre, 2019

Springsteen sta con i gay: annullato il concerto in North Carolina

Springsteen sta con i gay: annullato il concerto in North Carolina Springsteen sta con i gay: annullato il concerto in North Carolina
Deangelis Cassiopea | 24 Aprile, 2016, 16:16

Bruce Springsteen ha annullato un concerto in Carolina del Nord - previsto per domani a Greensboro - come segno di protesta contro una legge da poco promulgata nello Stato dal governatore repubblicano Pat McCrory, ritenendola discriminatoria nei confronti di gay, lesbiche, bisessuali e transgender. La "questione umana" è schierarsi contro la HB2 (House Bill 2), la legge diventata nota come "Bathroom law" - la legge del bagno - che obbliga le persone transgender ad utilizzare bagni o spogliatoi pubblici che corrispondano al sesso riportato sui certificati di nascita.

Il concerto di Bruce Springsteen al Coliseum di Greensboro, in North Carolina, non si farà.

In questi 35 anni, Springsteen si è sempre più impegnato nelle tematiche sociali moltiplicando le sue dichiarazioni, prendendo posizione contro l'apartheid in Sud Africa, denunciando la violenza della polizia contro gli afro-americani o dando il proprio sostegno per l'elezione di Barack Obama.

Sul suo sito ufficiale ha pubblicato le sue motivazioni in un lungo atto, aggiungendo: "In questo momento, ci sono molti gruppi, imprese e individui in North Carolina che lavorano per contrastare e superare queste sviluppi negativi". A determinare la sua inaspettata decisione, il via libera da parte delle autorità locali di una legge che vieta l'adozione di misure anti-discriminatorie della comunità gay e trans. Decisione inaccettabile per l'icona del rock che, in difesa dei diritti Lgbt, decide di sospendere il tour.

Il cantante ha spiegato che intende manifestare "contro coloro che continuano a volerci riportarci indietro".

Altre Notizie