Lunedi, 18 Novembre, 2019

Truffa da 1,3 mln a Inps: denunciati dipendenti

Truffa all'INPS Truffa da 1,3 mln a Inps: denunciati dipendenti
Esposti Saturniano | 23 Aprile, 2016, 13:04

Dura offensiva contro i "furbetti" dell'indennità di disoccupazione da parte della Guardia di Finanza nel corso di due operazioni, nel Lazio e in Calabria, che hanno portato all'individuazione di oltre 380 falsi lavoratori e accertato un danno complessivo per le casse dell'Inps per più di 3,3 milioni di euro.

LE VERIFICHE - Gli accertamenti delle Fiamme Gialle del II Gruppo Roma, agli ordini del colonnello Teodoro Gallone, sono partiti dopo che i residenti in altre zone della provincia e, addirittura, a Latina e Frosinone - si erano spinti fino a Ostia per presentare la domanda di accesso al sussidio.

"Una falla" che ha insospettito gli ispettori dando il via all'indagine. Tra questi anche persone già impiegate con regolare contratto di lavoro che però avevano deciso di arrotondare le loro entrate mensili con il sussidio erogato dall'Inps. Il meccanismo era così collaudato e sicuro che alcuni dei titolari dell'indennizzo, su incarico degli stessi organizzatori, andavano alla ricerca di persone disposte a 'steccare' parte dell'indennità e degli arretrati percepiti con gli artefici del piano. Alcuni di essi hanno restituito le somme indebitamente percepite accordandosi con l'ente previdenziale. Il raggiro, condotto grazie ad una sorta di accordo familiare, si fondava su false dichiarazioni aziendali all'Inps con riportato un fabbisogno lavorativo superiore alla reale ed effettiva capacità aziendale: 259 dipendenti a tempo determinato - in realtà mai assunti e mai impiegati - per circa 60mila giornate lavorative in fondi agricoli di fatto incolti.

Altre Notizie