Martedì, 16 Luglio, 2019

Scandalo diesel: Volkswagen ricompra le auto del dieselgate

Economia					Dieselgate Volkswagen accantona 16,2 mld per spese legali Economia Dieselgate Volkswagen accantona 16,2 mld per spese legali
Esposti Saturniano | 23 Aprile, 2016, 10:17

"Le attività del gruppo Volkswagen sono in gran forma come mostrano chiaramente i risultati dell'esercizio scorso al netto degli oneri straordinari", ha detto l'amministratore delegato Matthias Mueller dopo la presentazione dei conti 2015, un anno chiuso con un risultato operativo sostanzialmente stabile a 12,8 miliardi, ma con un capovolgimento del risultato netto, che va in rosso per la prima volta dal 1993, dopo l'utile netto di 10,8 miliardi del 2014.

Nonostante la perdita, il consiglio di gestione e di sorveglianza proporranno agli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,11 euro per azione ordinaria e 0,17 euro per azione privilegiata. Nel frattempo il caso 'dieselgate' e' infatti diventato globale: pochi giorni fa le ammissioni di Mitsubishi (alle quali e' seguito uno spaventoso crollo in borsa), ieri le perquisizioni negli stabilimenti Psa Peugeot Citroen e oggi la notizia che le autorita' tedesche avrebbero riscontrato irregolarita' anche nei motori dell'altro grande costruttore francese, Renault.

Per quest'anno il gruppo prevede vendite stabili e un aumento dei volumi in Cina.

Lo scandalo emissioni si espande ancora. Solo il costo dell'operazione di riacquisto di tutte le auto coinvolte nello scandalo si aggirerebbe sugli oltre 7 miliardi di dollari.

L'accordo tra il Governo degli Stati uniti e il colosso tedesco potrà essere perfezionato entro il 21 di giugno, giorno in cui si terrà l'udienza finale che metterà fine agli aspetti civili della vicenda, ma non quelli penali e soprattutto non riguarda assolutamente le altre azioni legali intraprese nel Vecchio Continente e anche in altri stati del mondo.

Altre Notizie