Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Canone Rai in bolletta: arriva lo stop del Consiglio di Stato

Canone Rai in bolletta: arriva lo stop del Consiglio di Stato Canone Rai in bolletta: arriva lo stop del Consiglio di Stato
Esposti Saturniano | 22 Aprile, 2016, 22:40

Lo fa intendere il consiglio di Stato che invita a rivedere norme e regolamenti. Cartellino giallo, dunque. Il regolamento sul canone Rai da 100 euro (da pagare tramite la bolletta elettrica) è da riscrivere attualizzandolo. Infine, il parere evidenzia che la correttezza formale dell'iter amministrativo del decreto può avere delle falle perché il Ministero dell'Economia non ne ha dato una via libera formale, limitandosi ad una mera presa d'atto. Lo ha respinto il Consiglio di Stato che per legge deve dare un parere su questo atto prima che sia promulgato. "Inoltre, già in aula alla Camera il 6 aprile scorso avevo annunciato l'intenzione del governo di procedere a una più esplicita e meno tecnica definizione di apparecchio televisivo, a una capillare campagna di comunicazione e auna proroga al 15 maggio dei termini per la comunicazione all'Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni di esenzione". Nell'atto del Consiglio di Stato, sezione consultiva per gli atti normativi, vengono esaminati i contenuti dello schema di regolamento sui contenuti dalla legge di Stabilità e le disposizioni sul canone Rai con l'addebito nella bolletta elettrica. Sempre il Consiglio di Stato sottolinea la non piena chiarezza del decreto ministeriale su altri passaggi, laddove intende definire le categorie di utenti tenute al pagamento dell'imposta per Viale Mazzini.

Roma, 14 aor, (AdnKronos) - "Quella del Consiglio di Stato non è affatto una bocciatura ma un utile suggerimento di integrazioni e chiarimenti peraltro assolutamente nella prassi dei pareri del Consiglio stesso". "L'unica cosa certa in mezzo ai tanti dubbi e alla totale mancanza di informazioni per i cittadini, è che sul canone Rai in bolletta regna il caos più totale, motivo per cui il Governo farebbe bene a rinunciare del tutto al provvedimento", conclude il presidente del Codacons Carlo Rienzi. Serve, quindi, una definizione che faccia capire, una volta per tutte, se possedere uno smartphone o un tablet comporti il pagamento del Canone Rai. Noi non siamo destinatari del parere ma il ministero dello Sviluppo economico.

Gli ultimi due rilievi avanzati dal Consiglio di Stato riguardano i complessi adempimenti che devono compiere annualmente i soggetti che non devono versare il canone Rai in bolletta. "Anche sulla privacy - aggiunge - il testo è all'attenzione del Garante e lavoriamo insieme con spirito costruttivo".

Altre Notizie