Giovedi, 05 Dicembre, 2019

Due drammi familiari in poco tempo a Verona

Repertorio Ansa Repertorio Ansa +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 08 Marzo, 2016, 09:13

La 64enne accoltellata ieri a Verona dal marito Giancarlo Righetti, che ha anche ridotto in fin di vita il figlio autistico, è morta. Sia lui che il figlio sono attualmente ricoverati in condizioni gravissime all'ospedale di Borgo Trento a Verona. L'imputazione per il marito cambia in omicidio volontario e tentato omicidio.

Giancarlo Righetti in una lettera aveva spiegato il gesto ammettendo di non riuscire più a reggere il peso di accudire da solo il figlio autistico. L'uomo ha accoltellato i familiari mentre dormivano. A dare l'allarme ai militari il fratello del pensionato al quale l'uomo aveva telefonato confessandogli le proprie intenzioni.

Un'altra tragedia familiare nel quartiere San Massimo di Verona - Quella della famiglia Righetti non è l'unica tragedia familiare che si è consumata domenica a Verona.

Altre Notizie