Venerdì, 22 Novembre, 2019

Opere, rischio in capo a concessionario in nuovo codice appalti

Opere, rischio in capo a concessionario in nuovo codice appalti Opere, rischio in capo a concessionario in nuovo codice appalti
Esposti Saturniano | 03 Marzo, 2016, 14:11

"Il codice degli appalti andrà in Consiglio dei ministri domani e ha l'obiettivo di dare certezza dei tempi", un fattore che aiuta anche a "mettere in sicurezza l'aspetto economico", ha spiegato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi spiegando che l'obiettivo è avere "tempi europei": "La burocrazia non si deve più mettere di mezzo rinviando rinviando rinviando".

Nel codice degli appalti "c'è la scelta di superare la legge obiettivo: basta con le procedure straordinarie, si applica la rivoluzione della normalità", ha sottolinato ancora il ministro. Ha continuato il ministro: "Sembra banale - aggiunge - ma è una rivoluzione".

"Il presidente del Consiglio ha detto cose assolutamente condivisibili, il Ponte sullo Stretto è un'opera da valutare seriamente".

CABINA DI REGIA: è l'Organo nazionale di riferimento per la cooperazione con la Commissione europea per quanto riguarda l'applicazione della normativa in materia di appalti pubblici e di concessioni.

Tra le novità introdotte, il contenimento del ricorso alle varianti in corso d'opera; la riduzione degli oneri documentali ed economici per le aziende; l'utilizzo, per l'aggiudicazione degli appalti pubblici e delle concessioni, del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa (regolando espressamente i criteri per il ricorso al massimo ribasso); il rispetto dei criteri di sostenibilità energetica e ambientale; i ricorso all'arbitrato per le controversie; clausole sociali per la stabilità occupazione del personale impiegato, dibattito pubblico degli abitanti di aree interessati da progetti infrastrutturali.

PROGETTAZIONE: assume un ruolo fondamentale e si articola in tre livelli: progetto di fattibilità, progetto definitivo e progetto esecutivo. L'Authority anticorruzione "dovrà emanare bandi tipo e linee guida".

PUNTI CONTROVERSI: nelle bozze del testo sono presenti alcuni punti che preoccupano le parti sociali. "Ci sono solo 217 articoli, è un testo molto snello", ha detto Delrio. Mentre l'Oice, l'associazione delle società di architettura e ingegneria, invita a fare molta attenzione "alla disciplina transitoria che, se applicata male, rischia di bloccare il settore".

Altre Notizie