Lunedi, 26 Agosto, 2019

Bufera Social, Trump cita Mussolini su Twitter: gli piace come suona

Fagare_12 Bufera Social, Trump cita Mussolini su Twitter: gli piace come suona
Evangelisti Maggiorino | 29 Febbraio, 2016, 00:02

Il tweet recita la famosa frase "Meglio vivere un giorno da leone che cento da pecora". Immancabile l'hashtag di Trump #MakeAmericaGreatagain. La citazione, attribuita erroneamente a Mussolini, è stata ritwittata dal candidato alle primarie Usa, che l'ha ripresa dall'account "ilduce2016": il profilo ha come logo una foto di Mussolini con la chioma bionda di Trump. La Msnbc ha addirittura intervistato Trump per chiedergli spiegazioni sul tweet e conoscere se, dopo la citazione, avrebbe voluto essere paragonato a Mussolini. Subito è partita l'indignazione del popolo del web e il milionario americano ha sottolineato che non si è trattata di una gaffe. "Lo ha fatto. Triste", si legge. "Mi piaceva come suonava".Negli scorsi giorni ha infatti diffuso messaggi copiati da account di suprematisti bianchi, oltre ad aver incassato l'appoggio di David Duke, l'ex leader del Ku Klux Klan.

Trump si è giustificando dicendo: "Sapevo di citare Mussolini". "Voglio essere associato a belle citazioni" ha replicato Trump. Non so quello che mi sta chiedendo sulla supremazia bianca e sui suprematisti bianchi. "John Walters lavora per la Trump Organization e, quando visita l'ufficio di Donald, saluta con 'Heil Hitler', probabilmente un gioco di famiglia", scriveva Vanity Fair citando i colloqui con l'entourage di Ivana. Il bilancio è di tre persone accoltellate e 13 arresti, di cui sei sostenitori del KKK e sette manifestanti che protestavano contro il raduno. La mossa provocatoria di Trump non è passata inosservata agli utenti di Twitter, molti dei quali hanno sostenuto la scelta di accostarsi al Duce.

Altre Notizie