Giovedi, 18 Luglio, 2019

Unioni Civili. Cosa cambia con le norme approvate dal Senato

Lo status di Mancuso di domenica Lo status di Mancuso di domenica
Evangelisti Maggiorino | 28 Febbraio, 2016, 03:02

Capita che una giornata che dovrebbe essere storica ti lasci l'amaro in bocca.

Il Senato giovedì ha votato la fiducia al Governo sulla legge riguardante le unioni civili, tra persone dello stesso sesso. Difficilmente in altre legislature, lo stesso giorno, si sono affrontati testi tanto importanti.

Nel testo originale era l'articolo tre.

Il ddl sulle unioni civili approvato ieri al Senato, modificato attraverso un maxiemendamento del governo, ha confermato quansi integralmente previsto dal testo originario in materia di convivenza di fatto. Il popolo della famiglia da oggi non si fida più di costoro, serberà memoria di quel che è accaduto, e tra otto mesi i responsabili di questo passaggio così privo di dignità e di coraggio, misureranno la dimensione della loro sconfitta. Perché oggi l'Italia è un Paese più forte. Cause di impedimento per la costituzione dell'unione sono: la, per una delle parti, di un vincolo matrimoniale o di un'unione civile tra persone dello stesso sesso: l'interdizione di uno dei due per infermità di mente; la sussistenza di rapporti di parentela; la condanna definitiva di una parte per omicidio consumato o tentato nei confronti di chi sia coniugato o unito civilmente con l'altra parte.

Al contrario del sondaggio sulla legalizzazione delle droghe leggere e sulle unioni civili dove i favorevoli hanno prevalso con maggioranze bulgare, sulle adozioni c'è stato un vero e proprio testa a testa.

"Qualcuno - ha proseguito la senatrice - ha voluto giocare con la vita delle persone, io non potevo esporre alla falcidia del voto segreto la mia legge".

Le parti potranno divorziare direttamente, senza prima doversi separare.

˗ obbligo per entrambe le parti, ciascuna in relazione alle proprie sostanze, di contribuire ai bisogni comuni. Il testo non limita dunque l'attività degli giudici e quindi le scelte in tribunale in caso di ricorsi di coppie omosessuali per il riconoscimento dei figli. Il maxiemendamento ha recepito i desideri della compagine di Alfano, stralciando totalmente la Stepchild adoption e togliendo ogni riferimento al matrimonio tra omosessuali.

"Comunque- ha concluso -, sapendo che non c'erano i numeri siamo dovuti tornare nelle braccia di Alfano, un alleato di governo scomodo, retrivo, che speriamo presto di non avere più". Ma non lo ha fatto aspettando, per decidere, di vedere "l'aria che tira". Almeno per la legge. Ma sui bambini non si scherza.

Al partner superstite dell'unione spetta la pensione di reversibilità e il Tfr maturato. Da ieri sera c'è anche un nuovo scenario politico.

Per quanto riguarda i diritti acquisiti per la reciproca assistenza il testo stabilisce che i conviventi di fatto hanno gli stessi diritti previsti per il coniugi nei casi previsti dall'ordinamento penitenziario.

Niente casa e ta daa. nemmeno la reversibilità! "Resta fermo l'impegno che mi sento di prendere oggi, raccogliendo le indicazioni del segretario Renzi, di lavorare da subito ad un disegno di legge di riforma delle adozioni". In caso di malattia o di ricovero in ospedale, poi, i conviventi di fatto hanno diritto reciproco di visita, di assistenza, nonché di accesso alle informazioni personale. E solo se il convivente è in stato di bisogno.

Le coppie in Italia, ora è certificato dalla legge, non sono tutte uguali.

I due contraenti non sono legati dall'obbligo di fedeltà (sempre per evitare l'assimilazione al matrimonio).

Altre Notizie