Giovedi, 13 Agosto, 2020

Turchia: rilasciati i giornalisti Dündar e Gül

Da sinistra Erdem Gul e Can Dundar fuori dal tribunale di Istanbul Da sinistra Erdem Gul e Can Dundar fuori dal tribunale di Istanbul
Evangelisti Maggiorino | 27 Febbraio, 2016, 22:02

La decisione della loro scarcerazione è arrivata i tarda serata dal Tribunale di Istanbul a seguito della sentenza della Corte costituzionale turca che aveva giudicato una "violazione dei diritti" la loro detenzione in attesa di giudizio. Dundar, direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet, e Gul, responsabile della sede di Ankara, erano stati arrestati il 27 novembre scorso per presunti atti di spionaggio, cospirazione contro le autorita' e collaborazione con il terrorismo, reati per cui la procura chiedeva l'ergastolo. L'inchiesta era stata pubblicata dal quotidiano Cumhuriyet alla vigilia delle elezioni turche del 7 giugno e forniva rivelazioni scottanti sull'interesse di Ankara ad armare una minoranza turcomanna, potenziale testa di ponte nel possibile "grande gioco" di una spartizione del territorio siriano.

"È una decisione storica che apre la strada non solo per noi ma per tutti i nostri colleghi in termini di libertà di stampa e di espressione". "Ci dispiace avervi fatto aspettare tanto", ha commentato a caldo Dundar appena fuori dal carcere di alta sicurezza di Silivri, aggiungendo scherzosamente: "Lo sapete, oggi è il compleanno del presidente Erdogan. Continueremo a difenderci e le nostre voci saranno più forti".

A causa di questi articoli essi erano stati accusati di aver ottenuto e divulgato segreti di Stato "per ragioni spionistiche", cercando anche una "violenta" caduta del governo turco e aiutando "organizzazioni terroriste armate".

La vicenda ebbe una grossa eco internazionale, anche perché Cumhuriyet è un giornale-bandiera del laicismo kemalista nella Turchia che Erdogan sta riportando alle sue radici islamiche.

Altre Notizie