Martedì, 26 Gennaio, 2021

Unioni civili, Senato vota la fiducia a un testo mozzato

Le Unioni Civili tra diritti “diversità” e amore 27 febbraio 2016 Maria Ianniciello Share Facebook 0 Tw
Evangelisti Maggiorino | 27 Febbraio, 2016, 21:09

"Renzi finirà all'inferno, se non è ancora successo è solo perché non hanno ancora fatto un girone per chi ha commesso tutti i peccati" ha tuonato Roberto Calderoli nel suo intervento in Aula. A ufficializzare il nuovo orientamento del Pd è stata ieri la senatrice Monica Cirinnà, autrice del testo sulle unioni civili che intervenendo alla trasmissione Agorà aveva annunciato: "Un ddl sulle adozioni per le coppie omosessuali è quasi pronto".

M5S: nasce governo Renzi-Verdini - "Altro che unioni civili: oggi è il giorno del matrimonio Renzi-Verdini, con Alfano damigella d'onore". E sul cognome: le parti possono stabilire il cognome dell'unione civile scegliendolo tra i loro cognomi. Anche se arriva la contromossa di un gruppo di senatori Pd che, a questo punto, presenta un ddl per togliere il riferimento all'obbligo della fedeltà reciproca dal codice civile. In tale caso la domanda di scioglimento dell'unione civile è proposta decorsi tre mesi dalla data di manifestazione di volontà di scioglimento dell'unione. Il ddl prevede anche che la sentenza di rettificazione di attribuzione di sesso determini lo scioglimento dell'unione civile fra persone dello stesso sesso. Alla rettificazione anagrafica di sesso, se i coniugi abbiano manifestato la volontà di non sciogliere il matrimonio o di non cessarne gli effetti civili, consegue l'automatica instaurazione dell'unione civile tra persone dello stesso sesso. Il testo disciplina per la prima volta la convivenza di fatto, che viene riconosciuta alle coppie di maggiorenni che vivono insieme e che non hanno contratto un matrimonio o un'unione civile. Oltre ovviamente alla coabitizione che si evince dai certificati anagrafici. E' dovuto intervenire l'esecutivo, che ci ha 'messo la faccia', ha lavorato ad un'intesa con gli alleati di Area popolare e ha posto la fiducia sul maxiemendamento, per far vedere la luce a una legge che e' da due anni che arrancava in parlamento. Se il deceduto e' proprietario della casa, il convivente superstite ha diritto di continuare a vivere in quella abitazione tra i due e i cinque anni, a seconda della durata della convivenza.

- ALIMENTI: in caso di cessazione della convivenza, il giudice stabilisce il diritto di ricevere gli alimenti qualora versi in stato di bisogno e non sia in grado di provvedere al proprio mantenimento. Si riconosce al convivente di fatto che presti stabilmente la propria opera all'interno dell'impresa dell'altro convivente il diritto di partecipazione agli utili commisurata al lavoro prestato. La disposizione inoltre riconosce al convivente di fatto la facoltà di essere nominato tutore, curatore o amministratore di sostegno del partner dichiarato interdetto o inabilitato o che presenti i requisiti per l'amministrazione di sostegno.

Un'immagine del film
Un’immagine del film “I Segreti di Brokeback Mountain”

- VITA FAMILIARE: Le parti concordano tra loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza comune; a ciascuna delle parti spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato.

- REGIME PATRIMONIALE: i conviventi possono, non hanno l'obbligo, sottoscrivere un contratto che regoli i rapporti patrimoniali, anche in comunione dei beni. In caso di morte di una delle parti; in caso di matrimonio o di successiva unione di una delle parti; in caso di accordo delle parti; in caso di recesso unilaterale.

Altre Notizie