Sabato, 20 Luglio, 2019

La sfida delle Mamme: Significato della Catena su Facebook

Sfida delle mamme su Facebook la Polizia ‘Non postate La sfida delle Mamme: Significato della Catena su Facebook
Acerboni Ferdinando | 23 Febbraio, 2016, 17:06

Da alcuni giorni molte mamme iscritte al social network di Zuckerberg hanno fatto circolare una particolare sfida che, a differenza delle normali catene, risulta essere potenzialmente pericolosa per la sicurezza e la privacy della propria famiglia. Il post recita così: "Sono stata nominata da XY per postare 3 foto che mi rendano felice di essere mamma". Alcuni, particolarmente preoccupati, di madri che si chiedevano se fosse mai possibile condividere le foto con la certezza che non venissero mal utilizzate a posteriori. E ancora: "Se questo non vi basta, considerate che oltre la metà delle foto contenute nei siti pedopornografici provengono dalle foto condivise da voi". Nel dubbio, la Polizia Postale spiega che, per amore dei propri figli, è meglio non condividere nulla ed attendere che, raggiunta la maggiore età, siano loro stessi a decidere quale ambito della propria vita condividere.

Il messaggio ha scatenato un vero putiferio, spaccando il fronte dei genitori (e non) tra i favorevoli e contrari alla pubblicazione delle fotografie di minori sui social network.

Arriva dalla polizia postale l'allerta sulla "sfida delle mamme" che in questi giorni sembra impazzare su Facebook, coinvolgendo donne di tutte le età. Che, basandosi sui meccanismi della classica catena di Sant'Antonio e dei tag, sta permettendo una diffusione incontrollata di foto di minori sul web. Qualche settimana fa una pagina Facebook ha organizzato un concorso (non ufficiale) 'Vota il bambino più bello'.

Tre foto per mostrare al mondo la gioia e la bellezza di essere mamma. La discussione, un commento dopo l'altro, è degenerata fino a costringere gli amministratori della pagina a chiarire le cose: "Ci dispiace constatare che qualcuno non ha capito il senso di questo post". La nostra casella messaggi è piena di richieste d'aiuto riguardo al furto di foto. Ripeto una pagina, non un profilo.

"Che fine faranno quelle foto? - chiedono gli agenti - Quello che a volte può sembrare un gioco ingenuo per alcuni si è trasformato in un vero e proprio incubo".

Altre Notizie