Mercoledì, 16 Ottobre, 2019

Volvo V90, la station di lusso sfida le tedesche

Volvo V90, la station di lusso sfida le tedesche Volvo V90, la station di lusso sfida le tedesche
Acerboni Ferdinando | 21 Febbraio, 2016, 00:03

La wagon di lusso di Goteborg si distingue esteticamente dalla S90, la sua gemella a tre volumi, naturalmente nella parte posteriore con un portellone inclinato e non più perfettamente verticale come nelle familiari Volvo non si vedeva dagli anni '70. Fino ad allora, infatti, le "giardinette" erano esclusivamente vetture da lavoro e mai si sarebbe ipotizzata una svolta epocale del genere.

"La nostra posizione nel segmento delle station wagon è molto forte", ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars.

Volvo V90 è stata concepita per rimpiazzare sul mercato la V70 e andare a contrastare le vendite di Bmw Serie 5 Touring, Audi A6 Avant e Mercedes Classe E SW. "Sebbene il brand rappresenti ben di più dei modelli station wagon, siamo orgogliosi di perpetuare questa ricca tradizione con la V90".

Come le due 'cugine', anche la nuova V90 si basa sull'Architettura di Prodotto Scalabile, sviluppata dalla Volvo per ottenere la massima modularità, e come le due cugine combina la massima attenzione per lo stile e la qualità dei materiali con la più avanzata tecnologia, sopratutto per quanto riguarda la sicurezza.

La nuova V90 è dotata della tecnologia di guida semi-autonoma Pilot Assist, che include la rilevazione della presenza di animali di grandi dimensioni sulla carreggiata e il sistema di mitigazione dell'impatto in caso di uscita dalla carreggiata, oltre alla connettività con possibilità di integrazione dello smartphone attraverso Apple CarPlay.

Volvo Cars si è inoltre adoperata instancabilmente per migliorare la dinamica di guida del nuovo modello e il risultato è un'esperienza di guida completamente nuova e raffinata, caratterizzata da una spiccata sensazione di coinvolgente controllo della vettura e prevedibilità del suo comportamento su strada. L'offerta a gasolio sarà invece composta dalla Volvo V90 D4 da 190 cavalli e dalla Volvo V90 D5 AWD da 235 cavalli.

La Volvo S90 sarà commercializzata con le consuete motorizzazioni benzina e Diesel nonché nella variante ibrida plug-in denominata T8 Twin Engine già vista su XC90 ed S90 con motore termico da 2 litri con turbo e compressore volumetrico da 320 CV, motore elettrico posteriore da 65 CV e batterie agli ioni di litio che permettono un'autonomia a emissioni zero per 45 km.

Altre Notizie