Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Cresce il mercato degli mTraveller. Vale 835 milioni solo in Italia

Mobile_Traveller Cresce il mercato degli mTraveller. Vale 835 milioni solo in Italia
Acerboni Ferdinando | 20 Febbraio, 2016, 14:08

Sono i dati presentati da Amadeus Italia in occasione dell'Osservatorio del mobile payment & Commerce, promosso dal Politecnico di Milano, a evidenziare come la tecnologia mobile si faccia sempre più spazio nelle abitudini di viaggio.

L'acquisto di beni e servizi via Smartphone (Mobile Remote Commerce di beni e servizi) traina il settore: cresce del 71% e vale 1,7 miliardi. Un +172% è stato invece registrato dai pagamenti di bollette e bollettini (a 57 milioni di euro), mentre il mobile remote payment è cresciuto del 75% superando i 300 milioni di euro.

Anche l'infrastruttura contactless è pronta: i POS sono raddoppiati (500.000 a fine 2015) e le carte abilitate passano da 12 a 20 milioni: nel 2018 transeranno tra i 6 e gli 8 miliardi di euro. In particolare, nel 2015 sono stati acquistati oltre 6 milioni di biglietti per il trasporto pubblico locale, pagate oltre 6 milioni di corse di car sharing e 3 milioni di soste attraverso il telefono cellulare. "In Italia quest'anno il valore del settore nel comparto mobile sarà di 835 milioni, una cifra generata dalla crescita annua del 125% avvenuta rispetto al 2014". "L'Italia gode di un'ottima base infrastrutturale per l'accettazione di pagamenti digitali e di una buona diffusione di carte di pagamento tra la popolazione, in linea o superiore ai paesi europei più sviluppati, segno che il sistema finanziario ha lavorato bene per creare le condizioni necessarie allo sviluppo dei pagamenti digitali".

Anche la propensione ai pagamenti digitali tramite carte continua a crescere, arrivando a toccare quota 164 miliardi di euro, in crescita del 5,6% rispetto all'anno precedente. Mentre nel 2013 i futuri viaggiatori cercavano ispirazione su smartphone ma prenotavano altrove, nel finire del 2015 solamente un quarto dei viaggiatori ha effettuato questo passaggio (26%), evidenziando un crescente apprezzamento da parte dei consumatori dell'esperienza via mobile. Secondo lo studio, la forzatura nell'uso del contactless da parte di esercenti importanti (grande distribuzione), potrebbe portare questo genere di pagamenti a raggiungere nel 2018 un valore che va dai 6 agli 8 miliardi di euro. "Questi numeri sono destinati a crescere in maniera consistente nei prossimi anni".

L'edizione 2016 dell'Osservatorio Mobile Payment & Commerce è realizzata con il supporto di Banca Mediolanum, CartaSi, Edenred Italia, Ingenico Italia, Intesa Sanpaolo, PayPal, Pay Reply, PosteMobile, SIA, Telepass, Telecom Italia, TNS Italia; 3 Italia, Banca Popolare di Milano, Bassilichi, BNL Gruppo BNP Paribas, Cassa Centrale Banca, Consorzio Bancomat, Deutsche Bank, Divisione Consumer - Gruppo BPER, Exton Consulting, Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, GS1 Italy, ING DIRECT, IT Business, Konvergence, Mobysign, Olivetti, Paymove, Sinergia - Iccrea Banca, SisalPay, Ubi Banca, Vodafone Italia, Wind Telecomunicazioni.

Altre Notizie