Giovedi, 18 Luglio, 2019

INTERNET/ Per due ragazzi su tre il cyberbullismo è in aumento

GENERAZIONI CONNESSE INTERNET/ Per due ragazzi su tre il cyberbullismo è in aumento
Acerboni Ferdinando | 07 Febbraio, 2016, 22:28

L'evento è previsto nelle scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani e anche il veneziano ne sarà coinvolto. Lo slogan dell'iniziativa è 'Play your part for a better internet' ovvero 'Gioca la tua parte per un internet migliore'. Gli incontri con gli studenti, previsti nell'ambito del progetto nazionale Una vita da social, avranno l'obiettivo di aiutare gli utenti della Rete a navigare in piena sicurezza e a gestire con consapevolezza e controllo i dati condivisi online.

Occorre insegnare come sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community senza correre rischi connessi ai reati via internet, tra cui - oltre al già citato bullismo - alla violazione della privacy altrui e propria, nonché al caricamento di contenuti appropriati o violazione del copyright.

Sarà lanciata in occasione della XIII edizione del Safer Internet Day (SID), Giornata mondiale per la sicurezza in Rete, la campagna del Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca contro il cyberbullismo.

In base ai dati recentemente pubblicati da Norton Cyber Security Insights Report, sul rapporto tra giovanissimi e sicurezza online emerge che il 92% dei genitori italiani si è detto preoccupato della sicurezza online dei propri figli, e tre su quattro hanno dichiarato di aver preso precauzioni per proteggerli.

Inoltre, il 42% dei genitori italiani ha dichiarato episodi di cybercrime subiti dai figli, i più frequenti dei quali sono stati il download di un virus sul loro PC o su quello della famiglia (20%), risposte a email di phishing (9%), episodi di smishing (la variante SMS del phishing) e violazioni dei profili social (entrambe al terzo posto in classifica, con l'8% delle risposte). Sono state eseguite altresì 5 perquisizioni che hanno portato al sequestro di 136 Gbyte di materiale. "Una vita da social mira ad essere un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni, è stato co-finanziato dalla Commissione Europea, e nel corso delle due precedenti edizioni ha raccolto un grande consenso -si legge-: gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno incontrato circa 150.000 studenti nelle piazze e 800.000 nelle scuole, 25.000 genitori, 10.800 insegnanti per un totale di 2.800 Istituti scolastici, 18.000 km percorsi e oltre 130 città raggiunte sul territorio e una pagina facebook con oltre 700.000 visualizzazioni settimanali sui temi della sicurezza on line".

"Visti i preoccupanti dati statistici sul fenomeno del cyberbullismo relativi anche alla regione Liguria sono state avviate con successo campagne di sensibilizzazione e prevenzione che l'anno scorso hanno visto la partecipazione di 15 mila cittadini liguri, la maggior parte studenti." afferma Giorgio BACILIERI, dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Genova. "Preme ricordare che la Specialità è presente anche sulla Rete, continua Elisabetta Narciso, con consigli utili che possono essere reperiti sul sito poliziadistato.it e su quello del commissariatodips.it, oggi anche attraverso l'App scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone o su tablet, sia per il mondo Apple che Android".

Altre Notizie