Martedì, 15 Ottobre, 2019

Sindaco di Gela: io fuori da M5S? Nessuno mi ha contattato

Politica		
		M5S espulso il sindaco di Gela		
			
	Share Politica M5S espulso il sindaco di Gela  Share
Evangelisti Maggiorino | 30 Dicembre, 2015, 13:41

Lo ha detto il sindaco di Gela, Domenico Messinese, annunciando il congedo degli assessori Pietro Lorefice, Ketty Damante e Nuccio Di Paola. Secondo 4 dei 5 consiglieri del comune siciliano e i tre assessori cacciati "i potentati economici che per decenni hanno condizionato la politica a Gela hanno fatto breccia anche sul sindaco, che non rappresenta più il M5s". Messinese tuttavia è da mesi sotto osservazione dei vertici regionali e nazionali del Movimento. Nel corso di una conferenza stampa, il sindaco li ha accusati di essersi "sottratti al proprio dovere verso il sindaco e verso la città" e di avere "tramato contro l'amministrazione 5stelle dando vita a summit esterni, ispirati da misteriosi mandanti, e a minacce di non meglio precisati dossier". Ma lui si mostra sereno: "Se ho paura di essere espulso? Messinese, invece, ci suggeriva di lavorare su car sharing e casa dell'acqua, dimostrando maggiore interesse per le proroghe di appalti, scaduti e chiacchierati, e per l'accordo di programma con Eni sulla riconversione della raffineria che il M5s aveva sempre contestato e rifiutato". I militanti di una delle due fazioni "grilline", createsi a Gela, hanno lanciato sul web l'hashtag "Messinesedimettiti", che sta registrando l'adesione di centinaia di simpatizzanti.

La fine del 2015 è dunque tormentata per il Movimento. "Hanno partecipato alla votazione di oggi 26.630 iscritti certificati - informa il blog di Grillo - Ha votato SI' il 92,6%, pari a 24.667 voti". Ha rilasciato interviste e continuato la sua attività come se nulla fosse. Se sono stati latitanti per mantenere la libertà di gestione locale, bene, ma se è per abbandonare un sindaco che crede nel Movimento 5 stelle è un'altra cosa. "Ogni mese i parlamentari del M5S si tagliano lo stipendio e donano quei soldi a un fondo per far partire nuove imprese e quindi nuovi posti di lavoro in Italia". "Ma questo modo di comportarsi non fa onore al Movimento, è un altro autogol".

Altre Notizie