Domenica, 21 Luglio, 2019

Su Facebook i video osè dell'amante di lui, coniugi denunciati a Ragusa

Ragusa triangolo amoroso Su Facebook i video osè dell'amante di lui, coniugi denunciati a Ragusa
Evangelisti Maggiorino | 19 Dicembre, 2015, 19:52

E le foto "hot" ai tempi della connessione veloce. Nessun pentimento, nessun ripensamento: la moglie tradita ha pensato bene di punire la rivale in amore divulgando foto e video di lei con suo marito. Lei, la legittima moglie, non ci sta e cerca di riconquistare il marito consentendogli anche di tornare a casa dopo le continue e regolari "scappatelle". A denunciare quanto stava accadendo è stata proprio l'amante dell'uomo che ha detto di aver subito gravi offese da parte dei due coniugi.

La Squadra Mobile di Ragusa ha denunciato due coniugi a seguito della querela da parte di una donna che, di recente, aveva avuto una relazione sentimentale con l'uomo. E pensare che l'uomo aveva illuso la sua amante con tante belle parole sull'amore eterno, con l'immancabile promessa di lasciare la moglie per farsi una nuova vita con lei. Marito e moglie dovranno adesso rispondere di diffamazione e minacce. Il classico "un colpo al cerchio e uno alla botte". Da lì, una serie di azioni poco onorevoli: la moglie, per vendicarsi, ha contattato i figli di lei tramite facebook per far capire "chi fosse" la madre, ovvero la classica "rovina famiglie". Dalla denuncia è poi emerso che l'uomo minacciava la donna di divulgare ad altri il materiale informatico se non avesse accettato le sue condizioni rispetto alla relazione e lo stesso faceva la moglie tradita "farò vedere a tutti chi sei veramente". Al fine di poter accertare la veridicità dei fatti denunciati dalla vittima, gli uomini della Polizia di Stato, su mandato della Procura della Repubblica di Ragusa, hanno effettuato una perquisizione domiciliare ed informatica dei coniugi. Qui, nella vicenda, si inserisce un "gioco" pericoloso: il marito infedele, durante i rapporti sessuali con l'amante, scatta delle foto e gira dei filmini mostrando la donna in atteggiamenti inequivocabili. Quest'ultima negli uffici della Polizia ha ammesso le proprie responsabilità in quanto "accortasi di chi fosse la donna che stava rovinando la sua vita" voleva vendicarsi.

Altre Notizie